BI24_FLASH_ASPETTANDO LE ELEZIONI/1. Vigliano: la lista di Fassina finisce le presentazioni. Santomauro, Scipioni e Tomasi

image1

(c.s.) Giuseppe Santomauro, da 17 anni edicolante a Vigliano, è stato consigliere ASCOM, presidente del Sindacato giornalai per 9 anni e membro dell’associazione dei commercianti e degli artigiani di Vigliano. Si candida perché crede nel rilancio di Vigliano, paese che ha grandi potenzialità residenziali, commerciali, turistiche e attrattive, ma non è stato valorizzato nella maniera adeguata. Da commerciante ritengo che sia necessario rifondare un’associazione di commercianti, artigiani e ambulanti che coinvolga tutte le realtà del paese e che promuova attività in tutte le zone, non solo in quelle centrali. La sinergia non deve essere ricercata però solo per organizzare eventi, per quanto importanti, ma anche per promuovere corsi di formazione che permettano agli esercenti di migliorare le proprie attività, come marketing, gestionale, informatica e internet, inglese, rapporto con le persone. Il ruolo dell’Amministrazione deve essere proprio quello di riunire queste realtà per fare in modo che vengano offerti ai cittadini possibilità e servizi sempre più utili e completi.
Stefano Scipioni, addetto alle vendite, sposato con due figli, vive a Vigliano da 15 anni. Ha frequentato la facoltà di Ingegneria a Torino e gioca a pallavolo da sempre. Si candida perché è da anni che si interessa di politica amministrativa e ultimamente ha notato diverse criticità, soprattutto nell’ambito delle scuole viglianesi. Ha scelto di mettersi in gioco in prima persona perché, dopo aver vissuto, grazie ai suoi figli, tutte le realtà scolastiche di Vigliano, ha potuto sperimentare che la viabilità delle zone limitrofe alle scuole è completamente da rivedere. Ogni giorno infatti si crea una situazione di pericolo per i bambini e i ragazzi, a causa della mancanza di parcheggi e poiché non è più attivo il servizio di apertura e chiusura della sbarra. Inoltre, per quanto riguarda la scuola di Amosso, il cancello di entrata e uscita non ha un’apertura adeguata e questo può creare caos e disagi per i bambini. È vero che l’amministrazione è intervenuta per
riqualificare l’efficienza energetica degli edifici scolastici, ma è altrettanto vero che mancano molti interventi volti a tutelare la sicurezza e l’incolumità degli alunni e dei genitori.
Stefano Tomasi, artigiano viglianese, presidente dell’associazione ciclistica amatoriale viglianese ASD Active Cycling Team (ex Amici del Ciclo), associazione che da ormai quarant’anni che organizza eventi in ambito sportivo e sociale. Crede fermamente che la pratica dello sport debba far parte della vita quotidiana di tutti noi e che giovani, giovanissimi e meno giovani debbano avere la possibilità di praticare sport all’aria aperta senza dover fare grandi spostamenti, soprattutto in automobile. Un’amministrazione comunale attenta non può non tener conto anche della salute dei cittadini: sia di chi si vuole allenare per l’attività agonistica, sia di chi ha necessità terapeutiche e anche di chi fa sport per semplice svago. Per rendere possibile tutto ciò è necessario creare uno spazio dedicato e debitamente attrezzato, un luogo sicuro, monitorato e illuminato. Un luogo dove i bambini possono fare sport lontano dai pericoli della strada e sotto gli occhi dei genitori, un luogo dove organizzare corsi per giovani e adulti, gestiti da personale abilitato e certificato, per l’avviamento agli sport all’aria aperta, un luogo dove gli anziani possano
godere della vita all’aria aperta. E deve essere dato spazio a tutti gli sporti praticabili in questo contesto come ciclocross, Mountain bike, camminata, corsa, jogging, nordic walking, percorso vita, ginnastica, aerobica, pilates, stretching, yoga, meditazione ecc. e, perché no, anche stare seduti su una panchina a chiacchierare. Vigliano avrebbe bisogno di un luogo attrezzato e adatto a queste pratiche, una vera e propria palestra a cielo.

Annunci

I commenti sono chiusi.