BI24_FLASH_L’ITALIA VISTA DA BIELLA. Sandro Delmastro: “Berlusconi: era il nostro leader, oggi è irriconoscibile…”

biella-sandro-delmastro-biella24

_Sandro Delmastro delle Vedove
Debbo dire, con serio e profondo dispiacere, che ormai sono abituato a vedere con cadenza giornaliera, per mezz’ora o tre quarti d’ora, Silvio Berlusconi chiaramente, a mio personale e dispiaciutissimo parere, ‘fuori di testa’ e soprattutto e, in particolare, non più ‘padrone’ del gioco di casa, ma visibilmente ed addirittura incapace di dirigere Forza Italia. Sono del resto rimasto senza parole, qualche settimana fa, nel sentire Berlusconi, (quello che era il ‘capo’ assoluto, senza infingimenti democratici) dichiarare ‘pesantissimamente’, in ordine al Presidente del Consiglio Avv. Giuseppe Conte, quanto segue: “Lo pensano
tutti in Europa che Conte è un “burattino” di Luigi Di Maio e Matteo Salvini”.
Non è forse preferibile che a Silvio Berlusconi siano impediti, con ‘le buone’ o con ‘le cattive’, questi che sono veramente penosissimi atti di ‘autolesionismo’ e di totale ed imprevedibile mancanza di rispetto verso il Presidente del Consiglio? E perché, invece, in particolare, non sono giudicati e malauguratamente considerati maturi i tempi per ritirarsi a ‘vita privata’, in considerazione – è doveroso ricordarlo e soprattutto a ricordarglielo – che ormai è un ottantaduenne?
Io ho conosciuto personalmente Silvio Berlusconi e quindi ho avuto l’opportunità di apprezzarlo e di stimarlo: ora, però come ho già scritto, preferisco – ma soltanto perché sono costretto – definirlo ‘fuori di testa’ anche per le stranissime ‘alleanze politiche’ che ci ‘regala’ di settimana in settimana, essendo evidente che, ormai, è del tutto incapace di accettare un ruolo che sia quello del ‘numero due’ e non del ‘numero uno’, come ha per tutta la vita ricoperto con fortissima personalità e con grande ed assoluta saggezza.
Ma ancora una seria riflessione: e i suoi “consiglieri”, perché tacciono? Perché non osano dire una sola parola? Sono certamente consapevoli di non rendere un buon servigio allo stesso Silvio Berlusconi e, soprattutto, alla ‘bellezza della lotta politica’! Ed allora ci pensino e decidano quel che è giusto e doveroso!

Annunci

I commenti sono chiusi.