BI24_FLASH_IL DELITTO DI STEFANO LEO. Colpo di scena: giovane nordafricano, si presenta in Questura e confessa. E lui il killer?

stefano-leo-new-biella24

Il caso dell’omicidio di Stefano Leo, il 34enne di origini biellesi ucciso a Torino con una coltellata alla gola, potrebbe essere ad una svolta. Ieri, poco dopo il termine della marcia organizzata, nel capoluogo piemontese, da parenti ed amici del giovane, un ragazzo di origini nordafricane con piccoli precedenti legati alla micro criminalità, si sarebbe infatti presentato, con il suo legale, in Questura, dicendo di essere l’autore del delitto.
Gli agenti della Polizia di Stato, dopo aver ascoltato la versione dei fatti resa dall’uomo, hanno deciso che poteva anche non trattarsi di un mitomane ed hanno deciso di… approfondire: oltre a confessare, pare che il maghrebino abbia messo a disposizione degli inquirenti, anche l’arma con cui, quel sabato mattina, uccise Stefano. Sulle motivazioni e
sui dettagli dell’interrogatorio, per ora, bocche cucite e cautela, in attesa che si faccia veramente chiarezza, sul ruolo dello straniero in questo delitto.

Annunci

I commenti sono chiusi.