BI24_FLASH_L’INTERVENTO. Elena Chiorino, Fdi: “Il 17 marzo, l’Unità d’Italia, deve farci riflettere… basta con il menefreghismo”

ponderano-chiorino-nuova-biella24

_Elena Chiorino (Fratelli d’Italia)
Ieri abbiamo celebrato un anniversario di fondamentale importanza per la storia dell’Italia e di noi Italiani. Il 17 marzo ricordiamo la nascita dello Stato italiano e il compimento di un movimento politico, sociale e culturale come il Risorgimento, ricordiamo il sacrificio di migliaia di Italiane e Italiani che hanno combattuto e sofferto per donare alle generazioni future una Patria.
Nella celebrazione della ricorrenza dovremmo soffermarci tutti su quegli uomini e sulle loro famiglie e riprendere il loro insegnamento: qualunque cosa facciamo noi oggi come cittadini italiani, sarà un valore o un disvalore per le generazioni future.
Sarebbe bello riflettere sulla considerazione che la nostra guida quotidiana non può essere il menefreghismo: le nostre azioni hanno sempre delle implicazioni anche per le generazioni future. La nostra guida quotidiana deve essere la responsabilità di ciò che ci è stato tramandato e di ciò che tramanderemo.
Da troppi anni assistiamo impotenti a un’Italia che china la testa. Da troppi anni assistiamo ad un’Italia a cui viene chiesto di piegarsi e di celare la propria identità, le proprie tradizioni, il proprio valore. Mi chiedo se è questa l’Italia che i Padri della nostra Nazione pensavano per noi e che noi vogliamo lasciare ai nostri figli.
E allora, nell’anniversario della nascita dello Stato Italiano unitario, sentiamoci orgogliosi delle nostre tradizioni e della nostra identità, fieri di essere italiani, eredi di una cultura cristiana millenaria e dei valori di coraggio e amore patrio che hanno animato il Risorgimento. E rifiutiamoci di acconsentire ad un’Europa burocrate e omologatrice, le cui azioni mirano a far chinare la testa al popolo italiano e al suo Governo.
Reagiamo ad ogni attacco volto all’annullamento della nostra italianità, per dimostrare di essere degni eredi della nostra gloriosa storia. Goethe ci ricorda che “ciò che hai ereditato dai padri, riconquistalo se vuoi possederlo davvero”. Perché essere Italiani è orgoglio, ma anche responsabilità.

Annunci

I commenti sono chiusi.