BI24_FLASH_VOCI DA ROMA/2. Gilberto Pichetto, Forza Italia: “Senza Tav, la Germania ci avrebbe tagliato fuori dal ‘corridoio 5’…”

biella-gilberto-pichetto-biella24

_Gilberto Pichetto (Senatore Forza Italia)
Abbiamo presentato una mozione è finalizzata a dare piena attuazione all’accordo sul Corridoio europeo 5 che parte da Lisbona, attraversa la Spagna, l’Italia, la Francia e arriva a Kiev e nel futuro anche a Pechino. A molti oggi sfugge che la Germania negli anni Novanta, prima della decisione europea di realizzare i grandi Assi Nord-Sud, Est-Ovest, voleva progettare il Corridoio 5 passando da Vienna-Monaco, Ginevra, Lione, tagliando fuori l’Italia.
Una grande battaglia vinta grazie all’intuito unitario destra-sinistra portò all’attuale grande
progetto, di cui la Torino-Lione è una piccola tratta ma decisiva per evitare che l’Italia restasse esclusa dai grandi interscambi commerciali, che al momento sono di almeno 170 miliardi. Ecco perché noi di Forza Italia che abbiamo creduto e crediamo fortemente in questo grande progetto europeo, restiamo stupiti dalle discussioni di questi mesi che rischiano di far perdere credibilità all’Italia oltre a procurare un danno economico e occupazionale che graverebbero tutti sulle generazioni giovani.
La Tav è e resta un’insostituibile possibilità di futuro come fu il traforo del Frejus per intuito di Cavour e anch’egli, va ricordato dovette superare e superò resistenze che si sono rivelate sbagliate perchè da quell’opera determinò effetti molto positivi. Gran parte del boom economico italiano dei decenni successivi fu dovuto al Frejus. Ora dobbiamo andare avanti e non possiamo bloccare un’opera così strategica e essenziale.

Annunci

I commenti sono chiusi.