BI24_FLASH_L’ITALIA VISTA DA BIELLA. Sandro Delmastro: “L’ultimo attacco a Conte, nuova prova: sta percorrendo la strada giusta!”

biella-sandro-delmastro-biella24

_Sandro Delmastro delle Vedove
L’incredibile e vergognosa polemica messa in atto da popolari, socialisti, Verdi e liberali nei confronti del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che si era a sua volta recato a Strasburgo nei confronti di uno straccione europarlamentare alla ricerca di ‘troppo facile
pubblicità pensando di poter esprimere il proprio pensiero libero e che invece, appunto, si è trovato un ‘mascalzone’ da quattro soldi, ha destato e provocato ‘rabbia’ e ‘nervoso’ in ciascuno di noi. E’ opportuno ricordare che erano presente tutti i Capi di Stato e di Governo dell’Unione Europea e dello Stato dell’Unione medesima!
Anche questa, in realtà è un’ottima ragione per andarcene fuori dal continente politico senza il minimo dispiacere e senza rimpianti: anzi, molti stanno dicendo che prima ce ne andremo meglio sarà, pur di non avere più nulla da spartire con questi ‘maleducati’! Stando al pensiero degli eurodeputati, incredibilmente, chi viene eletto da una maggioranza che rispetta la volontà popolare sarebbe un vero e proprio ‘burattino’! Il Presidente Conte ha risposto come forse doveva rispondere, anche se, forse, due ceffoni ben dati al cafone avrebbero lasciato un segno politicamente… indelebile.
E’ stato decisamente più bravo il buon Matteo Salvini che, passato in primo piano, avrebbe soddisfatto i pieno tutto l’elettorato di centro-destra! L’aggressione insopportabile a Conte, nel silenzio vergognoso della nostra sinistra, come sempre ignobile, dimostra, semmai, che la strada intrapresa dal governo è quella giusta. Pur dovendo sopportare “maleducazione europea”, preferiamo, e comunque preferisco, ‘trangugiare’ la difficoltà nel trattenere quel che dovremmo poter invece liberamente esprimere dando comunque dell’imbecille maleducato al deputato europeo che si è fatto due risate da ‘rozzo’ e ‘villano’ come ha dimostrato di essere!

Annunci

I commenti sono chiusi.