BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA. Paolo Girardi: “Di Battista e Di Maio: quale dei due è meglio? (Sì fa per dire, naturalmente…)

dimaio_dibattista

_Paolo Girardi
Il caso del (mezzo)politico Alessandro Di Battista, ex onorevole, che, ormai invitato dovunque, si presenta regolarmente, assumendo, per di più, atteggiamento anche palesemente e vistosamente irritato. Non riusciamo a comprendere la logica e la filosofia di questo comportamento: era puntualmente eletto ed ha preferito lasciare il posto al primo degli esclusi per darsi ad una … ‘fuga’ che è durata, in realtà, molto poco: sembra che abbia assunto la funzione di ‘tuttologo’ filosofico, storico e, ovviamente, politico.
E, in particolare, appare visibilmente ‘pentito’ di avere abbandonato la ‘poltrona’ ben remunerata, e di aver lasciato solo, per qualche tempo, il povero Di Maio! Si è ‘allontanato’ senza spiegazioni e senza rispetto per i propri elettori, dopo pochi mesi dalle competizioni elettorali, dalla politica per andare a vivere dove, come, e perché? Ora, tornato ad essere improvvisamente “uomo forte” del Movimento 5 Stelle, ha ripreso il comando della truppa: ma noi ora ci chiediamo per quanto tempo ancora?
Adesso il problema è assai semplice: per quali ragioni giornali e televisioni pubbliche e private debbono necessariamente riportare tutti i suoi giudizi e, come qualcuno ha già detto, tutti i suoi ‘sproloqui’? Possibile che non sia lecito ascoltare qualche altro personaggio, decisamente più autorevole e coerente, di certo meno sbruffoncello?
E’ vero che dai pentastellati noi siamo abituati a tutto e a tutti, ma se proprio noi fossimo ‘obbligati’ (Dio non voglia!!!) ad ascoltare qualche 5 Stelle, sceglieremmo Di Maio e non prenderemmo mai Di Battista! Tanto sono entrambi provenienti da famiglie con procedimenti penali in corso!

I commenti sono chiusi.