BI24_FLASH_IL PROGETTO/1: con “Community School”, scuole, associazioni e aziende del Territorio fanno squadra con i bimbi

presentazione community school 1

(c.s.) Imparare a scuola è importante. Ma c’è un patrimonio di saperi e di conoscenze che risiede in altri luoghi, dalla bottega artigiana alla fabbrica, dal laboratorio creativo al campo coltivato. E un pezzetto di questo patrimonio potrebbe essere quello giusto per ispirare un giovane e fargli scoprire quello che desidera fare nel suo avvenire, magari a un passo da casa. Uno degli obiettivi di Community School, il progetto che ha preso il via giovedì 31 gennaio con il primo incontro tra i quarantotto partners, è creare un mosaico di queste conoscenze e metterle a disposizione di bambini e ragazzi del biellese, tra i 5 e i 14 anni, dalle soglie della scuola primaria al momento della scelta della scuola superiore. E ampliare l’offerta di conoscenze servirà anche a colmare il vuoto lasciato dalla cosiddetta povertà educativa, spesso frutto delle condizioni di disagio di territori e famiglie.
Community School è sostenuto dall’impresa sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile grazie al bando “Nuove generazioni”: il progetto biellese ha ottenuto 665mila euro sui 734mila complessivi di valore. Il fondo è nato da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo per sostenere azioni strutturate per rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. La capofila del progetto biellese è la cooperativa Tantintenti, che ha raggruppato attorno all’idea un gruppo ricco e variegato di enti, associazioni e realtà dal territorio. «Nel redigere il piano» spiega Roberta Bacchi, presidente di Tantintenti «abbiamo ragionato molto sulle caratteristiche del territorio e sui luoghi da stimolare per far emergere le loro ricchezze».
Tra i partner si va dalle associazioni di categoria (dall’Uib alla Cna fino al Centro Territoriale del Volontariato) alle cooperative sociali impegnate quotidianamente nei rapporti con bambini e ragazzi, anche in situazioni di disabilità e di disagio, senza tralasciare il mondo dell’impresa (comprese quelle artigiane come il Birrificio Un Terzo di Pralungo) e il sostegno degli enti locali con due Comuni (Biella e Trivero-Valdilana), due unioni montane (Valle Cervo ed Elvo) e i due consorzi socioassistenziali Iris e Cissabo. Ma il fulcro del progetto saranno le scuole, che si apriranno ai soggetti partner del progetto per aumentare l’offerta di conoscenza a disposizione dei loro allievi: quattro scuole dell’infanzia e otto istituti comprensivi fanno parte della squadra.
Il primo incontro di giovedì 31 è servito a dare il via ufficiale al progetto che dalle prossime settimane si svilupperà con le prime azioni sul territorio, in una capillare serie di interventi che il progetto stesso definisce “agopuntura urbana in ambito socio-educativo”, per identificare e intervenire nei punti nevralgici del territorio dove le azioni potranno essere più efficaci. Il contesto in cui si opererà è permeato da condizioni di necessità: un territorio che fino a vent’anni fa offriva piena occupazione e invogliava i giovani a non andare oltre l’obbligo scolastico ora presenta un quadro completamente diverso, senza che una strategia educativa e occupazionale efficace abbiano dato risposte. A questo si aggiungono il calo della natalità in un territorio dall’età media in crescita e frammentato in 79 Comuni per meno di 180mila abitanti e condizioni socioeconomiche deteriorate, con coppie divorziate superiori alla media nazionale e un numero crescente di interventi dei servizi sociali per problemi economici ed abitativi. L’obiettivo di breve periodo è di coprire le carenze e i disagi che coinvolgono i minori nel processo educativo. Quello di lungo periodo è rispondere a una domanda che i bambini e ragazzi si faranno: «Dove sarò tra dieci anni?». La speranza è di fornire gli strumenti e gli stimoli sufficienti perché la risposta sia «nel Biellese».

I PARTNER_
_
Capofila
Cooperativa Tantintenti Nata nel 2003, conta ora 85 soci: è impegnata soprattutto nei servizi ai minori e ai disabili e sviluppa progetti di indirizzo sulle politiche giovanili.
_Enti pubblici
Comune di Biella
Comune di Trivero-Valdilana
Consorzio Iris
Consorzio Cissabo
Unione montana Valle del Cervo
Unione montana Valle Elvo
_
Associazioni di categoria
Centro territoriale per il volontariato È il punto di riferimento sul fronte di consulenza e servizi delle associazioni di volontariato delle province di Biella e Vercelli.
Cna – associazione artigiani e piccole e medie imprese del Biellese Fornisce i servizi e rappresenta gli interessi delle piccole e medie imprese artigiane della provincia.
Unione industriale biellese L’associazione degli imprenditori locali si propone come facilitatore dei contatti tra le aziende e i beneficiari del progetto.
_Associazioni
Agenzia Giovani Elf Formata dagli amministratori pubblici con meno di 35 anni della valle Elvo, organizza attività educative e di partecipazione dei giovani e mette in campo progetti per sostenere coloro che scelgono di restare a vivere nella valle.
Arcipelago Patatrac Nata per diffondere l’arte e la creatività, l’associazione collaborerà al progetto organizzando laboratori di teatro educativo e facilitando l’inserimento nei corsi di soggetti svantaggiati.
Associazione Abc Offre consulenze, colloqui psicologici e pedagogici e svolge attività di sostegno individuale all’apprendimento insieme alle scuole e ai Comuni.
Associazione Scuola Aperta Promuove iniziative rivolte ai genitori per informarli sulle attività scolastiche, curricolari e integrative, e sulle novità legislative, e rivolte ai ragazzi con attività e corsi che integrano le ore di lezione.
Associazione Semi di Serra Nata nel 2008 da cinque famiglie di Roppolo e Viverone, organizza e gestisce il doposcuola alla primaria di Viverone.
Big Picture Learning Italia Ha l’obiettivo di rendere istruzione ed educazione il più possibile libere e aperte a tutti. In Community School si occuperà di consulenza all’orientamento degli studenti che dovranno scegliere la scuola superiore.
Opificiodellarte Promuove la diffusione delle arti e della musica in particolare. In Community School si occuperà di corsi e laboratori.
_Imprese
Andirivieni È il centro di educazione ambientale promosso da Legambiente a Sala. Propone corsi e laboratori per i minori e offre iniziative di turismo responsabile nella sua veste di rifugio escursionistico.
Anteo Nata nel 1993 ora è presente in quindici province di sei regioni italiane dove gestisce servizi di assistenza qualificata per anziani, minori e disabili
Associazionedidee Si occupa di servizi di formazione, raccolta e diffusione di tecniche e prassi operative in campo educativo, culturale, ambientale e artistico, partendo dai principi montessoriani. È specializzata in edutainment e gestisce il Castello di Masino.
Birrificio Un Terzo Nato a Candelo, è uno dei primi birrifici artigianali della provincia di Biella. La sua nuova sede è a Pralungo. Già collabora con alcune delle associazioni partner per progetti sociali con ragazzi disabili.
Consorzio sociale Il Filo da Tessere Mette in rete cooperative sociali e associazioni per sviluppare innovazione sociale nel territorio. Opera prevalentemente negli ambiti socioassistenziale e di orientamento al lavoro.
Cooperativa La Famiglia Opera nel campo dei servizi alla persona negli ambiti socioassistenziale, educativo e domiciliare. Coordina progetti di centri estivi.
Domus Laetitiae Nella storica sede di Sagliano offre dal 1984 servizi e assistenza ai disabili ma anche assistenza infermieristica e sanitaria e sostegno psicologico per le famiglie.
Cooperativa Maria Cecilia Realtà specializzata nel dare risposta ai bisogni di singoli e famiglie, nel progetto si occuperà di attività per minori, insegnanti e genitori.
Pietra Alta Servizi Si occupa dell’inserimento sociale e nel mondo del lavoro di persone svantaggiate.
Poliste Società sarda specializzata in consulenza, ha offerto il suo aiuto nella fase di stesura del progetto per definire organi e competenze dei vari partner.
Roj Storico marchio del meccanotessile biellese, è all’avanguardia nei servizi all’industria con le più moderne tecnologie.
Cooperativa Oltreilgiardino Gestisce asili, baby parking, servizi di pre e post scuola e attività integrative a quelle scolastiche.
Sportivamente Nasce nel 2003 per avviare allo sport le persone disabili in dodici discipline estive e invernali, sviluppa progetti di inclusione nelle scuole in cui sono presenti bambini con problemi intellettivo-relazionali.
_Scuole e asili
Asilo infantile Bardi Crida Castellano di Camburzano Scuola dell’infanzia del territorio, implementa le lezioni con corsi di inglese, yoga, attività sportive, psicomotricità e musica.
Asilo infantile Emma Frassati di Pollone Scuola dell’infanzia del territorio, può accogliere fino a 35 bambini.
Asilo infantile Istituto Ambrosetti di Sordevolo Scuola dell’infanzia del territorio, aggiunge alle lezioni esperienze come la cura di orto e giardino.
Fondazione asilo infantile Aldisio e Bertola Gestisce la scuola materna parificata di ispirazione montessoriana di Muzzano.
Istituto comprensivo di Vigliano Comprende le scuole materne, elementari e medie di Vigliano, Zumaglia e Ronco e la “scuola in ospedale” attiva nei reparti dell’Ospedale degli Infermi di Ponderano.
Istituto comprensivo di Andorno Comprende le scuole materne, elementari e medie di Andorno, Sagliano, Tollegno, Miagliano, Tavigliano e Campiglia Cervo.
Istituto comprensivo Cesare Pavese di Candelo-Sandigliano Comprende le scuole materne, elementari e medie di Candelo, Sandigliano, Verrone, Benna e Massazza.
Istituto comprensivo Biella 3 Comprende, nel territorio di Biella, le scuole materne Cerruti, Don Sturzo e Villaggio Sportivo, le scuole elementari Borgonuovo e Villaggio La Marmora e le medie Salvemini e Marconi.
Istituto comprensivo di Mongrando Comprende le scuole materne, elementari e medie di Mongrando, Donato, Netro e Graglia
Istituto comprensivo di Occhieppo Inferiore Comprende le scuole materne, elementari e medie di Occhieppo Inferiore e Superiore, Pollone e Sordevolo.
Istituto comprensivo di Trivero Comprende le scuole materne, elementari e medie dei territori di Trivero e Soprana, nel neonato Comune di Valdilana.
Istituto comprensivo di Gaglianico Comprende le scuole materne, elementari e medie di Gaglianico, Ponderano e Borriana.
_Altro
Diocesi di Biella L’ufficio coinvolto è quello della Caritas Diocesana, antenna del territorio per affrontare situazioni in cui la povertà economica compromette anche il livello dell’educazione.
Fondazione Ermenegildo Zegna Promuove e sostiene attività di studio e ricerca scientifica, assistenza sociale e la salvaguardia del patrimonio artistico.
Fondazione Olly onlus Supporta bambini colpiti da gravi malattie o in situazioni di disagio con l’obiettivo di migliorare la loro condizione.
Fondazione Pistoletto-Cittadellarte Creata da Michelangelo Pistoletto, vuole porre l’arte in diretta relazione con tutti gli ambiti che compongono la società. È sede di master e di corsi per insegnanti riconosciuti dal Ministero.
Gruppo di volontariato vincenziano Santa Chiara Sul modello del fondatore San Vincenzo de’ Paoli opera per la promozione umana delle persone in condizioni di povertà materiale e spirituale.
Aiccon L’associazione italiana per la promozione della cultura della cooperazione e del non profit ha sede a Bologna e ha la locale università tra i suoi promotori. Nel progetto si occuperà della valutazione dell’impatto sociale.

Annunci

I commenti sono chiusi.