BI24_FLASH_DAL CIRCONDARIO. Ponderano: sul blog dedicato a Vittorio Pozzo, un nuovo articolo dedicato alla giovinezza del “Ct”

inaugurazione museo pozzo 2

_Riceviamo dal Comune di Ponderano e pubblichiamo:
E’ online il terzo articolo del blog dedicato alla figura di Vittorio Pozzo. La rubrica, curata dal giornalista Niccolò Mello, è inserita nel sito dedicato al Museo Vittorio Pozzo (www.museovittoriopozzo.it) e si propone di ripercorrere i passaggi più significativi della storia biografica e professionale del c.t. due volte campione del mondo.
In questo terzo articolo, realizzato interamente dal team di “Storie di Calcio” (sito specializzato nel raccontare i grandi eventi sportivi italiani e internazionali e i loro protagonisti, consultabile all’indirizzo storiedicalcio.altervista.org) viene tratteggiata la vita del grande allenatore che condusse la Nazionale italiana di calcio alla conquista dei suoi primi titoli mondiali nel 1934 e nel 1938.
L’articolo ripercorre la giovinezza di Pozzo, trascorsa tra viaggi in Inghilterra, Svizzera e Francia, trattando del suo ritorno in Italia nel 1906 (che coincise con la fondazione del Torino Football Club) e delle sue prime esperienze sulla panchina della Nazionale azzurra alle Olimpiadi di Stoccolma del 1912.
Non manca un riferimento alla tragica parentesi della Prima Guerra Mondiale. Anche Vittorio Pozzo dovette imbracciare le armi e venne arruolato nel Regio Esercito come tenente degli Alpini. L’esperienza della guerra segnò profondamente il Pozzo allenatore, che negli anni successivi applicherà disciplina, rigida morale e spirito di sacrificio alle squadre da lui guidate, esattamente come aveva imparato a fare con i suoi soldati sul campo di battaglia.
Dopo una seconda esperienza sulla panchina azzurra, conclusasi con l’eliminazione ai quarti di finale delle Olimpiadi di Parigi del 1924, Pozzo torna alla guida della Nazionale nel 1929. E’ in questa data che ha inizio l’epoca d’oro del calcio italiano, coronata dalla conquista di due titoli mondiali consecutivi nel 1934 e nel 1938. La rubrica curata da Mello si inserisce in quella politica di valorizzazione della figura di Vittorio Pozzo perseguita dall’Amministrazione Comunale fin dall’apertura del museo dedicato al c.t, avvenuta il primo maggio 2016.
Da quella data, l’amministrazione comunale ha ottenuto ulteriori successi: dall’ampliamento del numero dei cimeli esposti al museo, alla visita (nell’aprile scorso) del Subcommissario FIGC Alessandro Costacurta che, in occasione del cinquantesimo anniversario della morte di Vittorio Pozzo, ha voluto rendere omaggio alla tomba del c.t., per poi posare sulla stessa, a titolo simbolico, una maglia azzurra della Nazionale italiana. Non da ultimo, dopo due anni di lavoro con il Ministero dello Sviluppo Economico si è riusciti ad ottenere l’emissione di un francobollo ufficiale dedicato a Vittorio Pozzo la cui prima distribuzione è prevista per il 21 dicembre 2018, cinquantesimo anniversario della morte del c.t. A breve, l’articolo sul sito sarà implementato con un intervento di Pier Vittorio Pozzo (nipote del c.t), che andrà ad aggiungersi alle altre firme del blog.

I commenti sono chiusi.