BI24_FLASH_CATTOLICI OGGI. Dondolin: “Il Giubileo dell’anno lasalliano, 300 anni dopo l’esempio di San Giovanni Battista La Salle”

biella-giubileo.lasalle-18-biella24-003

_Fratel Emanuele Dondolin
Mentre a Roma, nella CasaMadre dei Lasalliani, si è inaugurato il giubileo dell’anno lasalliano che sta a significare la presenza dei fratelli delle Scuole Cristiane iniziata trecento anni fa proprio dal loro Fondatore San Giovanni Battista de La Salle sacerdote e ideatore della prima congregazione laicale negli anni del Re Sole che garantì l’educazione a tutti ed in particolare modo ai più poveri. I primi fondatori sono stati i fratelli delle Scuole Cristiane dediti alla educazione; a seguire gli ex alunni e volontari che sono il braccio di ferro dei primi testimoni di De La Salle.
Oggi infatti quando si parla di ex alunno si suddivide chi ha frequentato la scuola e chi opera in essa portando il proprio contributo nelle attività proposte oppure nell’ambiente parrocchiale come laico consacrato solamente al Fondatore senza essere docente per poter accedere al sacerdozio ministeriale abbracciando così la figura del De La Salle sacerdote. Tanti ex alunni oggi vivono come sacerdoti diocesani, diaconi e per grazia ministeriale vescovi.


Il La Salle di oggi identifica tutti suoi figli se pur ognuno con i suoi carismi. Il festeggiare oggi La Salle significa ricordare l’appartenenza di questa santa opera presente da più di trecento anni che continuerà a vivere per sempre. A Biella in attesa di dare il via alle varie attività propugnate per l’anno di festa della famiglia lasalliana si festeggerà il centenario di fratel Enrico Cervetta che al La Marmora è stato educatore e giovane assistente della Azione Cattolica oltre che di diversi gruppi giovanili.
Grande uomo che ha dato tanto e che l’8 dicembre verrà ringraziato solennemente. A Roma era presente il lasalliano Sormani proprio per preparare il giubileo che a Biella avrà presto il suo inizio in sinergia quindi al Sinodo del 2019 che porterà un vento di primavera con nuove vocazioni nella forma che Dio ha deciso secondo lo stile del giovane fondatore patrono dei maestri e degli educatori di Reims Jan Baptiste de La Salle.

I commenti sono chiusi.