BI24_FLASH_L’ITALIA VISTA DA BIELLA. Sandro Delmastro: “Padre Nostro: le modifiche di Papa Bergoglio, non mi sono piaciute…”

biella-sandro-delmastro-biella24

_Sandro Delmastro delle Vedove
Le modifiche apportate recentemente alle nostre preghiere debbo confessare che non mi sono piaciute e soprattutto non mi hanno convinto. Secondo un noto giornale periodico, la preghiera ha perso il ‘ritmo’, è sostanzialmente diventata ‘brutta’ ed addirittura ‘fa inceppare la lingua’. Giustamente, financo con cattiveria, taluno ha osservato che “potrebbe essere il frutto di un consesso di burocrati che non hanno altro fine che quello di giustificare il loro ‘cadreghino’”.
Per il vero, sto con interesse attendendo la pubblicazione di un nuovo messale, perché, sino a quel momento, continuerò a seguire la vecchia e nobile preghiera, che ho ritenuto sempre, e continuo a ritenere ancora oggi, bellissima, sublime ed eccelsa. Già non è stato agevole il passaggio dalla lingua latina a quella italiana, con l’inevitabile sensazione dell’impoverimento fonetico, ma ora siamo ad una banale ‘invenzione’ di Papa Bergoglio: la frasetta “non indurci in tentazione” pare sia diventata (e così sembra che sarà formalizzata) “non abbandonarci alla tentazione”.
E’ in buona sostanza la modifica incoraggiata e voluta dallo stesso Pontefice, perché non trovava consona e corretta quella traduzione che era stata adottata, permettendosi dunque di ‘correggere’ la versione che altri Papi hanno sentito, visto e letto per decine di anni senza nulla eccepire. Ora stiamo attendendo quella che, nella storia della Chiesa, viene chiamata la ‘confirmatio’ della Santa Sede, che, se giungerà, consentirà l’utilizzo della ‘nuova’ preghiera nel Messale romano. Con tutto il rispetto dovuto, pare strano che siano passati fior di Pontefici, ricchi di enorme cultura classica, che mai nulla hanno eccepito in ordine alla traduzione della ‘frasetta’.
Ma ora attendiamoci altre ‘novità’ da parte di Papa Francesco: lui non… resiste e, poco per volta, intende cambiare tutto nella nostra religione! Il risultato, come tutti sappiamo, è che le Chiese si svuotano penosamente! E dire che il ‘Padre Nostro’ è non soltanto la preghiera più ‘famosa’, ma anche la più cara ai cattolici in quanto sarebbe stata ‘dettata’ proprio da Gesù, come del resto è affermato dai Vangeli! Anche per questo mi chiedo sempre se era il caso di modificarla, e fra l’altro anche in modo ‘poeticamente’ peggiorativo!

I commenti sono chiusi.