BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA. Raffaella Spaudo: “Follie d’America: se i ‘boy scout’ e le ‘girl scout’ si mettono a litigare sul nome…”

boy-scouts-usa

_Raffaella Spaudo
La lettura dei giornali quotidiani è sempre più interessante e divertente perché le ‘novità’ e le ‘stranezze’ ormai abbondano! Queste volta dobbiamo rivolgere la nostra attenzione al continente nordamericano. E’ pur vero che abbiamo ancora molte cose da imparare dagli Stati uniti d’America, ma è altrettanto vero che scemenze gigantesche come quelle che producono gli americani sono del tutto inimitabili e comunque inarrivabili. L’ultima è la seguente: negli USA è esplosa una guerra terribile tra le organizzazioni dei “boy scout” e delle “girl scout”.
Addirittura i “boy scout” hanno ultimamente dovuto cancellare dalla loro denominazione la
parola “boy” ed hanno trionfalmente aperto le formali iscrizioni al sesso femminile ed al nome ‘girl’. Da noi in Italia si continua a chiamarle ‘boy-scout” ed a nessuno mai, sino ad oggi, è venuto in mente di cambiare radicalmente e sessualmente il nominativo: né alcuna ragazza si era e si è, sino ad oggi sentita ‘minorata’ per questo solo fatto.
Ora, invece, siamo preparati e pronti ai ‘cambiamenti’ del caso! Ora, noi firmatari della presente siamo un maschio ed una femmina, anche se cominciamo ad avere ‘paura’ che una ‘autodefinizione’ di questo genere fra qualche tempo voglia significare che noi due tendiamo, senza alcuna ragione, a sottolineare il nostro… ‘diverso sesso’, dimenticando che ormai sta prevalendo l’affermazione secondo cui in realtà siamo… “non si sa bene che cosa”!

I commenti sono chiusi.