BI24_FLASH_IL VIAGGIO. Fratelli d’Italia, domani, porterà agli operai Tav di Chiomonte, i prodotti donati dalle ditte biellesi

cantiere-chiomonte-tav

Domani, una delegazione di Fratelli d’Italia si recherà presso il cantiere Tav di Chiomonte, per consegnare agli operai alcuni prodotti donati dalle aziende del nostro Territorio. La battaglia in favore della Tav, si combatte anche così: dopo tante manifestazioni avverse e violente, eccone una – tutta biellese – di sostegno a coloro che, piaccia o no, con questo discusso progetto ci vivono. “Il gesto – spiega il coordinatore provinciale Davide Zappalà – vuole significare ringraziamento per il lavoro che svolgono, che consentirà in futuro alle aziende donatrici, se i lavori non verranno bloccati, di esportare gli stessi prodotti ora donati a minori costi e maggior facilità”.
Della delegazione, farà ovviamente parte anche Corrado Ceria, presidente del gruppo “Sì Tav Biella”, che ribadisce: “Un collegamento veloce ovest-est verrà sicuramente realizzato in Europa, rimane da vedere se sarà realizzato a nord o a sud delle Alpi. Con l’azione o l’inazione di questo governo rischiamo che sia a nord, ovverosia che saranno le merci italiane a dover fare più strada per entrare nel mercato globale. L’attuale traforo del Frejus transita a quota 1.300 m, fu realizzato per rispondere alle esigenze di persone che si muovevano a cavallo e che vedevano la nascita dei primi treni. Oggi servono opere diverse. Gli attuali treni dell’alta velocità necessitano di strade dritte e terreni pianeggianti, se verrà realizzato il collegamento Tav il binario correrà dritto ad un’altezza massima sul livello del mare di 500 m”.
“L’attuale governo – è invece la chiosa finale di Zappalà – blocca le infrastrutture a favore delle aziende produttrici e contemporaneamente stanzia 10 miliardi per il reddito di cittadinanza, ovverosia per remunerare chi non produce. La nostra visione dell’Italia è assolutamente all’opposto. Il ministro alle Infrastrutture, o meglio al blocco delle infrastrutture perchè pare non si dedichi ad altro, ha allestito una prezzolata commissione col compito di valutare costie benefici. Ovviamente il risultato lo conosciamo già perchè conosciamo già la posizione dei 5 stelle…”.

I commenti sono chiusi.