BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA. Casula e Spaudo: “In che stato l’Italia, in che stato Roma: Virginia Raggi, non ci voleva proprio…”

colosseo-roma-biella24 copia

_Piero Casula, Raffaella Spaudo
L’Italia intera, purtroppo, è diventata un vero e proprio immondezzaio. In particolare poi, la capitale d’Italia, Roma, ‘tenta’ persino di ‘registrare’ le infinite porcherie (tante, ormai, ce ne sono!) della ‘Città Eterna’! Ecco intanto il risultato ufficiale (ovviamente per difetto!): eseguito un vero e proprio censimento, sono stati individuati il numero (impressionante) di 218 ‘favelas’ nell’area urbana, considerati sia gli accampamenti di fortuna e le vere e proprie ‘baraccopoli’: all’interno di questa ‘piccola ma vera e propria città’, pare che trovino ‘posto fisso e stabile’ ben 8.000 (diconsi ottomila!) soggetti che sarebbe forse più giusto e corretto definire ‘emarginati’!
Il numero, peraltro, non rende giustizia a tutti gli ‘abitanti’ di questo genere: non sono
infatti conteggiati gli abitanti delle situazioni di emergenza (mi riferisco a giacigli e bivacchi sparsi per ogni dove, che occupano ormai tutta la città, senza alcuna eccezione e senza alcun rispetto: dalle aree di Piazza S. Pietro sino alle aree prossime persino alla Camera ed al Senato. E la Virginia Raggi, Sindaco della Città, di fronte ad una situazione emergenziale di questo genere, ritiene irresponsabilmente di dover combattere… il “fascismo” e le aree che ospitano manifesti a favore del matrimonio… ‘normale’, e cioè con coppie formate da maschi e femmine!
E naturalmente non si rammenta più di come era abituata a ‘pontificare’. Essa dichiarava in data 1° gennaio 2013, ovviamente prima di diventare Sindaco: “Vi facciamo vedere un po’ di degrado”. E, subito con aria e atteggiamento sprezzante, mostrava a tutti i suoi interlocutori le ignominie che si vedevano in quegli anni e che ora, per il vero, ha provveduto a… ‘decuplicare’! Mai Roma, nella sua storia, è stata così ‘lercia’ e urbanisticamente ‘malmessa’. Ecco perché non possiamo far altro che rimpiangere l’Uomo che dirigeva l’Italia e, in particolare, Roma 80 anni fa!

I commenti sono chiusi.