BI24_FLASH_LA RISPOSTA. Biella, l’assessore Leone a Moscarola: “I problemi degli impianti sportivi? Colpa del nuovo del Governo”. Già…

biella-sergio-leone-biella24

_Sergio Leone (Assessore sport Biella)
Ho letto le esternazioni del consigliere comunale della Lega Giacomo Moscarola su gestione e interventi sull’impiantistica sportiva. Anticipando almeno in parte quello che gli dirò rispondendo all’interrogazione, gli ricordo le parole già dette dal sindaco e già comparse sui media sul Forum: reperire i fondi non è facile e lo sa anche Pallacanestro Biella con il cui staff siamo in costante contatto. E non ci aiutano certo le marce indietro del Governo “amico” di Moscarola, come il tira e molla sui fondi del piano periferie, con 3,75 milioni che quasi certamente dovremo anticipare e che Roma chissà quando ci verserà.
Soldi, è bene ricordarlo, che ci sono letteralmente stati sfilati dalle tasche dopo che avevamo firmato una convenzione a Roma e dopo che il Cipe e la Corte dei Conti avevano dato il loro via libera. E dopo che, sulla base di quei provvedimenti, abbiamo avviato lavori e appalti. Nonostante tutto questo e nonostante i presunti insanabili guai elencati da Moscarola, non mi risulta che Pallacanestro Biella abbia mai dovuto saltare non dico una partita, ma un allenamento.
Riguardo alla tribuna dello stadio del rugby ricordo che c’era anche la mano del consigliere Moscarola a votare a favore, nell’ultima seduta di consiglio comunale del 2017 dedicata al bilancio e alla variazione del piano triennale delle opere pubbliche. In quell’occasione abbiamo deliberato un aumento di 100mila euro (fino a un totale di 450mila euro) dell’investimento per la costruzione della tribuna, dopo che il progettista aveva preparato un esecutivo più conforme alle esigenze di un impianto sportivo di quel genere. Aver rifatto tutto l’iter burocratico ed essere arrivati, magari con qualche ritardo, alla costruzione del manufatto non mi pare cosa da poco. Con l’occasione, anzi, ringrazio il personale degli uffici tecnici per il lavoro fatto in tempi così ristretti. Questa giunta ha manifestato da subito un particolare interesse per l’impiantistica sportiva, che rischiava di collassare per mancati interventi di manutenzione e adeguamento alle norme previste sia delle varie federazioni sportive sia dalle leggi sulla sicurezza.
Associazioni sportive, genitori e atleti sanno dello sforzo che stiamo facendo per rimettere in sesto gli spogliatoi del campo sportivo di Chiavazza (lavori partiti) e del campo sportivo del Villaggio La Marmora (lavori che inizieranno nelle prossime settimane). Per il campo sportivo di corso 53° Fanteria e per la piscina, oltre che al rifacimento dell’area di piazza Falcone, agli interventi strutturali su Casa di Giorno, condominio solidale e Ludoteca, rimaniamo in attesa che Lega e Movimento 5 Stelle a Roma si chiariscano al loro interno e ci mettano nelle condizioni di avviare i lavori, senza essere costretti a disdire gli appalti già assegnati, pagando pesanti penali a professionisti e imprese.

I commenti sono chiusi.