BI24_FLASH_LA QUESTIONE/2. Biella, Livia Caldesi: “Grazie a Presa ed ai suoi cestini, la città ha una immagine squallida…”

biella-bidoni-presa-biella24

E ormai evidente a tutti, che l’Assessore Diego Presa non ha minimamente a cuore il decoro della nostra Città: in poco meno di cinque anni di amministrazione, l’Assessore all’ambiente è riuscito ad abbassare il livello di pulizia delle nostre strade come mai si sarebbe potuto immaginare. I cittadini biellesi hanno dovuto prima adattarsi alle strade sporche, poi si sono dovuti abituare ai sacchi di spazzatura ammucchiati per le vie ed al fenomeno degli abbandoni, fenomeno da tutti previsto e ripetutamente denunciato da Fratelli d’Italia. Infine, i nostri poveri concittadini hanno dovuto subire anche la mancanza dei cestini, che l’Assessore ha pensato bene di rimuovere a seguito degli abbandoni”.
Dopo tre anni di Tarip, a Biella le uniche note positive arrivano… dai comunicati stampa del Comune. Il resto della città, invece, cerca di barcamenarsi tra sacchetti, orari, regole e persone che infrangono le regole. Una situazione che non poteva certo sfuggire al consigliere di Fratelli d’Italia Livia Caldesi… “
I biellesi, meritano una considerazione diversa e soprattutto un’attenzione maggiore in ordine al decoro urbano nel senso più ampio del termine. Penso agli orrendi cestini in plasticaccia marrone che Presa, senza vergogna e con ancor meno gusto estetico, ha disseminato per le centrali vie cittadine: non si ha memoria, a Biella, di un simile scempio dell’arredo urbano cittadino mortificato dalla sistemazione incerta di questi contenitori di materiale scadente, di design assente ma dal colore eloquente…”.
L’esponente dell’Opposizione, come già aveva fatto a più riprese (ed in più maniere), il suo predecessore Andrea Delmastro, dopo aver descritto lo stato in cui versa il capoluogo, nel protocollare la sua interrogazione presso palazzo Oropa, si augura che almeno in questo caso, Cavicchioli ed il suo esecutivo abbiano l’umiltà, di fronte all’evidenza, di abbassare capo ed occhi… “Voglio sapere – conclude Caldesi – se il sindaco non prova un pizzico di imbarazzo
per l’immagine squallida che, per le scelte ancora una volta scellerate dell’Assessore Presa, Biella offre di sé e se non ritiene opportuno porre al più presto rimedio, sostituendo i cestini recentemente posizionati con altri che impreziosiscano la Città e nel contempo siano più funzionali consentendo la raccolta differenziata dei rifiuti”.

I commenti sono chiusi.