BI24_FLASH_LA QUESTIONE/1. L’Asl ed i medici di famiglia… in fuga: “A Trivero, come in Provincia, coperte tutte le carenze”

biella-gianni-bonelli-direttore-asl-biella24

_Riceviamo da Asl Biella e pubblichiamo:
In relazione alle informazioni diffuse sulla situazione dei medici di famiglia nell’aria di Trivero l’Asl di Biella ribadisce che sono state poste in essere tutte le azioni possibili per garantire alla popolazione l’assistenza sul territorio. È evidente che le norme devono essere rispettate e non è certo l’Asl che può modificarle.
Fino ad ora sono state coperte tutte le carenze. Il nostro obiettivo, infatti, è quello di assicurare ai cittadini la continuità delle cure e del servizio. In particolare informiamo i cittadini che dall’1 novembre la dott.ssa Argentero sostituirà in via temporanea la dott. Dalla Dea che lascerà l’incarico, ma intanto il 17 ottobre la dott.ssa De Pascalis ha già firmato in Regione l’accettazione dell’incarico quale medico di medicina generale titolare presso l’ambito di Trivero.
Inoltre il 17 ottobre sono stati individuati dalla regione altri 3 MMG titolari, che prenderanno servizio appena possibile presso altri ambiti dell’ASL BI: 1 per i comuni di Bioglio, Vallanzengo, Valle Mosso e Valle San Nicolao; 1 per Boriana Cerrione Gaglianico Ponderano Sandigliano; 1 per Cavaglià Dorzano Roppolo Salussola Viverone Zimone. Si conferma, dunque, l’impegno massimo sia a livello locale, che regionale, per assicurare le cure primarie.

I commenti sono chiusi.