BI24_FLASH_LA QUESTIONE. Il Comune di Biella: “Blocco delle vecchie automobili a diesel: per ora, in città, nessuna ordinanza”

biella-cavicchioli-new-02-biella24

_Riceviamo dal Comune di Biella e pubblichiamo:
Non è stata ancora emessa nessuna ordinanza in città che limiti il transito alle auto diesel di vecchia generazione: la giunta sta esaminando in questi giorni il documento inviato dalla Regione, che ha approvato una bozza di provvedimenti antismog chiedendo ai centri con più di 20mila abitanti (tra cui Biella) di recepirli. Ed è un esame svolto con occhio critico: «Non è possibile equiparare la nostra situazione a quella di Torino» spiega il sindaco Marco Cavicchioli, «dettando regole uguali per una città in cui la qualità dell’aria è in media nettamente superiore a quella del resto della Pianura Padana e per una metropoli in cui gli sforamenti oltre il limite di polveri sottili sono all’ordine del giorno ogni inverno».
Per questo, se e quando venisse emanata un’ordinanza, non sarebbe una fotocopia di quella proposta dalla Regione e l’assessorato all’ambiente sta passando ai raggi x il testo inviato dalla Regione, che imporrebbe tout court il blocco alle auto Euro 0, fermerebbe le Euro 1 ed Euro 2 diesel dalle 8,30 alle 18,30 ed estenderebbe lo stop alle Euro 3 diesel solo nel periodo invernale e solo nei giorni feriali. La bozza di ordinanza redatta da Torino prevede anche una lunga serie di esenzioni che vanno dai mezzi dei commercianti ambulanti a quelli dei servizi pubblici (dalle forze dell’ordine alla raccolta rifiuti) fino a chi trasporta malati o disabili, oltre alle auto con a bordo almeno tre persone.
Resta in vigore invece il provvedimento emanato l’anno scorso che scatta però solo in caso di sforamenti dei valori di polveri sottili per più giorni consecutivi, in base al cosiddetto “semaforo dello smog”: in caso di superamento del limite di Pm10 per quattro giorni consecutivi lo stop entra in vigore per le auto diesel fino a Euro 4 dalle 8,30 alle 18,30 e per i veicoli merci fino a Euro 3 dalle 8,30 alle 12,30. Se il limite viene oltrepassato per dieci giorni consecutivi lo stop coinvolge anche i veicoli merci Euro 4 mentre per gli Euro 3 dura fino alle 18,30. Dall’entrata in vigore dell’ordinanza, nello scorso febbraio, non è mai stato necessario prendere provvedimenti di limitazione al traffico.

I commenti sono chiusi.