BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA/2. Frigerio, Orcelletto, Casula e Girardi: “Missione in Cina: bravi Confartigianato e Cristiano Gatti”

biella-confartigianato-cina-biella24-003

_Giulio Frigerio, Attilio Orcelletto, Piero Casula, Paolo Girardi
Siamo lieti di poter finalmente rivolgere un plauso convinto al Presidente di Confartigianato Cristiano Gatti, che si è recato recentemente in Cina per offrire e trovare lavoro. In ragione di quanto abbiamo avuto modo di leggere sulla stampa locale, egli ed i suoi collaboratori hanno organizzato una serie positiva e soprattutto conoscitiva di incontri fondamentalmente (ma non esclusivamente) nel settore tessile, senza peraltro escludere aprioristicamente altri settori.
Le due delegazioni che si sono incontrate (quella biellese e quella cinese che hanno partecipato alle reciproche conoscenze personali ed imprenditoriali ed ai correlativi rapporti di lavoro) hanno concluso gli incontri con la sottoscrizione di una ‘lettera di intento commerciale’ estremamente significativa e certamente positiva: ecco che Biella ed il Biellese finalmente si muovono, dopo almeno un ventennio di strana ed incomprensibile ‘pigrizia’ locale, recuperando la nostra tradizionale ed antica sintonia ed intesa con il lontanissimo, ma per molti aspetti da sempre ‘vicino’, mondo cinese.
E per noi Biellesi è subito significativo plaudire apertamente a questo primo incontro, che possiamo sperare soltanto possa essere proseguito da molti altri rapporti concreti, pratici, ‘economici’ come i Biellesi ed i cinesi sanno sicuramente e positivamente fare. Per questo noi del Gruppo “Libertà per il Biellese” ci siamo trovati, abbiamo discusso e ragionato da persone che stanno uscendo da una lunga delusione trasmessaci dal mondo imprenditoriale tessile, che sembrava – e per la verità ancora sembra! – averci confinato in un’area ormai troppo mondialmente ‘solitaria’ e certamente senza troppe speranze per il futuro, e che invece, oggi, pare offrirci nuove importanti opportunità ed aspettative per il futuro prossimo, ed anche immediato. Ora, vedere finalmente che il Biellese sta muovendosi, recuperando quella posizione che ha sempre avuto nei decenni precedenti, ci rinfranca e ci restituisce fiducia ed anzi un principio di entusiasmo.
Operando in questo modo, recupereremo anche quella cittadinanza che, fatalmente, abbiamo poco per volta perso, facendoci finire agli ultimi posti addirittura in tutta l’Italia. Forza, dunque: siamo orgogliosi finalmente di avere una forte e completa rappresentanza
locale, capace di muoversi con dinamismo e addirittura – almeno lo si spera – con ‘capacità continentale’.

I commenti sono chiusi.