BI24_FLASH_DALLA VALLE ELVO. Sordevolo: il grande “racconto” del paese che si muova assieme, per mettere in scena la “Passione”

_Riceviamo e pubblichiamo:
La Passione è il tema predominante per un centinaio di imprenditori e professionisti associati alla Compagnia delle Opere che sono arrivati a Sordevolo con grande curiosità e desiderio di conoscere più a fondo una realtà come quella dell’Associazione Teatro Popolare e della rappresentazione che ogni cinque anni propone al pubblico. Un momento comunitario contraddistinto da una grande unità. Differenze e avversità spariscono e il paese si muove insieme, come una macchina ben oliata, per mettere in scena un evento che si ripete ormai da duecento anni. “Quando la Passione opera”, questo il titolo dell’”Incontro dal socio” di giovedì 20 settembre.
Nasce da un precedente incontro svoltosi ad aprile nel quale una delegazione della Compagnia delle Opere del Piemonte si è recata a Sordevolo per conoscere i responsabili dell’Associazione e visitare i luoghi della Passione. Un binomio che diventa possibile grazie ad un aspetto comune: il desiderio di raccontare quello che veramente si vede e si vive. Così introduce il dialogo Felice Vai, Presidente di CdO Piemonte: “Questo non sia un momento formale in cui far vedere cose bellissime bensì un racconto, tra amici, di ciò che si vive, perché possa essere paradigma della vita quotidiana anche sul lavoro”.
Presenti Riccardo Lunardon, sindaco di Sordevolo, Stefano Rubin Pedrazzo, presidente dell’Associazione Teatro Popolare, Celestino Fogliano, direttore e regista, che, insieme ad alcuni volontari della rappresentazione (Gian Marco Pidello, Carlo Germano, Fiorenzo Ronchetta, Stefano Pala ed Elisabetta Chiappo) nel corso della serata, si sono alternati per raccontare di un evento straordinario, una forte tradizione che si tramanda di generazione in generazione, tanto che anche i più piccoli partecipano con la “Passione dei bambini”. Fare, recitare e mettersi in gioco per la Passione è fede, divertimento, tradizione e ancora di più amore per il luogo in cui si vive. È una passione che arriva dai genitori, ci si trova insieme a portare avanti un progetto che sembra ed effettivamente è enorme. È una condivisione gratuita che arriva da chi, nei tempi passati, ha voluto contribuire alla creazione di tutto ciò.
Nel 2018, a Sordevolo la sfida più grande è trovare il giusto connubio tra le nuove tecnologie, i nuovi mezzi di comunicazione con la tradizione di un fatto accaduto duemila anni fa. I volontari e tutta l’Associazione si sentono in dovere di capire come sfruttare la nuova tecnologia e continuare a vivere l’emozione che la Passione genera, senza snaturare ciò che è stato trasmesso nel tempo, l’impegno deve essere di continuare a raccontare quello che lo spettacolo descrive e condividerlo con sempre più persone possibili.
Ai partecipanti alla serata è stato reso noto anche l’altro importante appuntamento previsto per il 2020: la V centenaria incoronazione della Madonna d’Oropa. Stefano Rubin Pedrazzo, nel corso della serata, con grande orgoglio rinnova più volte l’invito a coinvolgere e far conoscere un evento unico in Italia e di dimensioni straordinarie, che non starebbe in piedi se non grazie al contributo di ogni persona.

I commenti sono chiusi.