BI24_FLASH_L’ITALIA VISTA DA BIELLA. Sandro Delmastro: “Mattarella è ‘uomo di parte’ ed è giusto e doveroso che se ne vada!”

biella-sandro-delmastro-biella24

_Sandro Delmastro delle Vedove
Faccio sempre più fatica, mano a mano che passano i giorni e si ‘snodano’ gli eventi politici, a mantenere il ‘doveroso’ rispetto nei confronti del Presidente della Repubblica On. Sergio Mattarella. La verità è che egli non intende chiaramente accettare politicamente il vice-presidente On. Matteo Salvini, e, con la prepotenza illegittima che già ha ampiamente dimostrato con la questione dell’attuale Ministro Paolo Savona, da lui incredibilmente contestato quattro mesi fa senza che qualcuno osasse dire al Capo dello Stato quel che in realtà si meritava, sta assumendo atteggiamenti e posizioni quasi ‘dittatoriali. E quindi ci troviamo al cospetto della ‘massima autorità’ di provenienza politica ed istituzionale che io vorrei francamente ed onestamente ‘allontanare’ dalle cariche pubbliche, già tenuto conto del ‘danno’ fin qui creato e silenziosamente (purtroppo) sopportato dal mondo politico e particolarmente da Matteo Salvini e dal Prof. Paolo Savona. Secondo alcuni, solitamente bene informati, Sergio Mattarella sarebbe manifestamente intenzionato addirittura a non sottoscrivere il decreto sicurezza e migrazione predisposto dal Ministro dell’Interno Salvini, e, sia ben chiaro, condiviso da tutto quanto l’esecutivo. Se ciò accadesse, saremmo, in pratica, al cospetto di un gravissimo conflitto di natura istituzionale, fin qui senza precedenti nella lunga storia della Repubblica. Dopo quel che abbiamo visto fare a Mattarella, che, è bene ricordarlo, non ha ritenuto a suo tempo di intervenire in termini di ‘nullità’, in ordine alla cosiddetta ‘mancetta’ di 80 euro accordata da Matteo Renzi, ora facciamo fatica a sopportare altre decisioni ‘di parte’ che non dovrebbero mai caratterizzare l’attività di un Capo dello Stato e che, infatti, per la prima volta dall’avvio della Repubblica si sta verificando, senza che Mattarella provi vergogna! E naturalmente tacciamo circa la putrida e reiterata disponibilità di Mattarella di accettare tutto ciò che ha ‘benevolmente accettato’ in materia di ‘accoglienza’, senza mai dire una sola parola contro l’incredibile follia che ha sconvolto l’intera Europa, che tuttavia amava l’ipotesi che tutti i malcapitati finissero (ma soprattutto restassero!) in Italia, forti del silenzio benevolo del Capo dello Stato! Basta, Sergio Mattarella. In buona sostanza, ci hai danneggiato e soprattutto stufato!

I commenti sono chiusi.