BI24_FLASH_VOCI DA ROMA. Cristina Patelli, dopo la festa della Lega a Vercelli: “Alternanza scuola-lavoro da potenziare e migliorare”

primo-giorno-camera-patelli-biella24-002

_Riceviamo e pubblichiamo:
Cristina Patelli a Vercelli alla festa provinciale della Lega. Ospite anche il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti. L’onorevole Biellese ha commentato: “Alternanza scuola-lavoro da potenziare e migliorare. Giusto l’aumento dei posti di laurea ad accesso programmato come per i medici”.
“Abbiamo bisogno di una scuola con sempre maggiore qualità, che sappia formare le nuove generazioni con una preparazione che ci permetta di essere considerati uno Stato che eccelle. Ma per farlo servo riforme grandi e piccole. E’ su queste basi che il Ministro Bussetti ha annunciato la revisione delle Linee guida per l’alternanza scuola/lavoro, per dare a tutti i soggetti coinvolti regole definite e precise”. E’ quanto ha affermato la parlamentare biellese della Lega oggi a Vercelli presenziando alla visita del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti.
Durante la visita l’onorevole Patelli, che opera all’interno della Commissione Istruzione, ha citato alcuni argomenti affrontati in questi mesi che hanno contraddistinto il lavoro: “L’alternanza scuola lavoro, per citare un esempio virtuoso, è una forma di orientamento importante per i ragazzi, ma purtroppo non sempre i suoi obiettivi formativi sono stati recepiti correttamente. L’intenzione del Governo è farla diventare una proficua occasione di contatto tra studenti e realtà lavorative, con una riduzione del numero di ore, che sarà ridotto, per un concetto che mi vede totalmente allineata col Ministro, ossia che non è la quantità ad essere importante, ma la qualità di ciò che viene offerto ai ragazzi”. Sulla scuola Patelli ha poi parlato dell’eliminazione della chiamata diretta degli insegnanti, per favorire meccanismi di meno discrezionali, o dell’assegnazione di un bonus di merito anche ai supplenti, non soltanto ai docenti di ruolo.
“Il nostro mondo scolastico, troppo sfaccettato e complesso, ha bisogno di essere semplificato oltre che migliorato. E penso all’aumento dei posti di laurea ad accesso programmato all’Università, come per la facoltà di medicina. Sicuramente anche a Vercelli avrete, specie nelle vostre montagne, i problemi che si riscontrano in tante altre realtà quando non si trovano medici di base o, talvolta, specializzati e penso ai pediatri ad esempio”.
Poco prima dell’inizio delle scuole il Ministero ha autorizzato l’assunzione di oltre 57.000 insegnanti, e quasi 10.000 tra ausiliari tecnici e amministrativi. Ripartiranno anche i corsi per la formazione di insegnanti di sostegno perché c’è tanta richiesta e tanto bisogno.
“A chi sostiene che sia stato fatto poco dico che è assolutamente fuori strada e mi piace rispondere con i numeri. Come nel campo dell’edilizia scolastica, dove i Governi precedenti hanno lasciato indietro 7 miliardi di euro che ora, pochi giorni fa, il 6 settembre, è stato raggiunto un accordo che servirà a tagliare i tempi necessari per l’assegnazione delle risorse agli enti locali proprietari degli edifici scolastici e sblocca oltre 2,7 miliardi di euro. Con le semplificazioni approvate nell’ambito del decreto legge Ministeri, il Governo dà, quindi un segnale importante e concreto sull’edilizia scolastica”.

I commenti sono chiusi.