BI24_FLASH_OCCHIO ALLE TRUFFE ON LINE/2. I consigli della Polizia ai biellesi: “Restate calmi. E soprattutto non pagare mai”

polizia-postale-generica-biella24

Cosa fare, se ci arriva la fatidica e sinistra mail con la richiesta di soldi, in cambio di un fantomatico video che ci ritrae a guardare immagini pornografici? La Polizia biellese, non ha dubbi: “Restare calmi, perché non esiste nessun video. Ed il criminale non può avere l’indirizzo mail di nessun nostro amico o parente”.
Ma è soprattutto importante non fare mai una cosa: pagare. “Anche in altri tipi di truffa avvenuti in precedenza – spiegano ancora dalla Questura – è risultato chiaro che sottomettendosi al ricatto, si ottiene una cosa sola: nuove richieste di denaro.
Stare calmi e non pagare: le cose importanti da fare subito, sono queste. Poi c’è il lato tecnico, quello informatico: non usare mai la stessa password nei vari servizi e social di internet, cambiarla subito dopo aver ricevuto la mail “incriminata” e cercare di farla il più complessa possibile.
“E’ anche importante – conclude la Polizia laniera – abilitare sistemi di autentificazione ‘forti’ e complessi e bisogna comunque ricordare sempre, che per rubare i dati dal nostro computer o telefonino, bisogna poterci sempre mettere le mani sopra direttamente: non si può fare in remoto”.

I commenti sono chiusi.