BI24_FLASH_POLIZIA PENITENZIARIA: detenuto rumeno sputa addosso ad un agente e poi lo colpisce con una bottiglia

carcere-giornata-pol-pen-biella24-009

Ancora tensione ed intemperanze da parte dei detenuti, al Carcere di Biella. L’altro giorno, un uomo di origini rumene ospitato nel reparto di isolamento, senza alcun motivo ha cominciato ad urlare richiamando l’attenzione della Polizia Penitenziaria. Quando gli è stato chiesto cosa aveva, lo straniero ha sputato in faccia all’agente, prima di colpirlo con una bottiglia e di iniziare a devastare la sua cella. Mentre il collega si recava al reparto infettivo dell’Ospedale per la profilassi del caso, il personale in servizio si occupava di calmare il detenuto.
“Siamo alle solite a Biella e quello che lascia allibiti – spiega Leo Beneduci del sindacato Osapp – è che nessuno dell’Amministrazione Penitenziaria si sia reso conto quanto sia a rischio non solo per il personale ma anche per i detenuti l’attuale situazione dell’istituto di Biella. Altrettanta meraviglia desta il fatto che i vertici dell’Amministrazione Penitenziaria, a partire dal Dap fino al Provveditore Regionale, non abbiano posto in qualche modo in dubbio, l’operato della Direttrice che a nostro avviso ha fatto il suo tempo”.

I commenti sono chiusi.