BI24_FLASH_LA QUESTIONE. Livia Caldesi, Fdi: “Con la sorveglianza, la nuova Funicolare costa come quando c’era l’operatore…”

livia caldesi

“Tra i motivi che hanno portato l’attuale Amministrazione di Biella, a rinunciare ad un pezzo della nostra storia come la Funicolare per il nuovo ascensore inclinato, c’era anche il risparmio economico dovuto all’abolizione dell’operatore a monte. Adesso veniamo a scoprire che il Comune si è rivolto ad un istituto di vigilanza privato, per la sorveglianza dell’impianto, un servizio ai cittadini costerà 40.000 euro. E allora mi chiedo: dov’è quel risparmio promesso prima della sostituzione?”.
E’ questo il succo dell’interrogazione presentata in questi giorni, dal consigliere di opposizione di Fratelli d’Italia Livia Caldesi, sulla “nuova” Funicolare che continua a far discutere (oltreché intrappolare passeggeri nelle sue moderne cabine…): “Con il costo della sorveglianza – conclude Caldesi – si andrà a spendere circa 80.000 euro annuali, ossia la stessa somma di quando c’era l’operatore. Vorrei che il sindaco Cavicchioli, mi spiegasse a che cosa è servito, allora, eliminarlo”.

I commenti sono chiusi.