BI24_FLASH_LA VITA SPIRITUALE. Il Vangelo del giorno: il segno con cui si chiude il rito del Battesimo, è il segno con cui si apre la vita

vangelo-biella24

_Fratel Emanuele Dondolin
Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù, uscito dalla regione di Tiro, passando per Sidòne, venne verso il mare di Galilea in pieno territorio della Decàpoli.Gli portarono un sordomuto e lo pregarono di imporgli la mano. Lo prese in disparte, lontano dalla folla, gli pose le dita negli orecchi e con la saliva gli toccò la lingua; guardando quindi verso il cielo, emise un sospiro e gli disse: «Effatà», cioè: «Apriti!». E subito gli si aprirono gli orecchi, si sciolse il nodo della sua lingua e parlava correttamente.E comandò loro di non dirlo a nessuno. Ma più egli lo proibiva, più essi lo proclamavano e, pieni di stupore, dicevano: «Ha fatto bene ogni cosa: fa udire i sordi e fa parlare i muti!».
IL COMMENTO_
Il segno che concluse il rito del battesimo è il segno con cui si apre la vita. Papa Francesco segnò l’importanza del battesimo come segno della fede per vivere una vita più piena. Gesù fece questo gesto a un pagano per far capire agli ebrei che un uomo di di Dio sottolinea le profezie di Isaia per farci capire quanto è importante la comunicazione. Già a quei tempi c era problemi di comunicazione come oggi come il narcisismo perché ammettere i nostri errori é importante perché ammettiamo le nostre mancanze umane da migliorare. GESÙ in questo segno lo realizza dando se stesso. Un padre della Chiesa disse che ascoltare il Vangelo è come mangiare il pane di Cristo che tradotto è l anticipo della comunione. Leone Magno papa rinnovatore della liturgia l’ ostia è la particella di Dio. È difficile non essere concentrati in se stessi ma dobbiamo provarci se seguiamo questi padri della Chiesa uomini di fede. Diamo più importanza alla comunità e meno a noi stessi soprattutto meno a chi ci è antipatico come diceva San Filippo Neri. Ritorniamo umani e caritatevoli. Così possiamo cambiare il mondo perso in se stesso.

I commenti sono chiusi.