BI24_FLASH_LA VITA SPIRITUALE/1. La Festa per la Madonna Nera ed il rito dei cancelli: che giornata, su ad Oropa – FOTOGALLERY

_Emanuele Dondolin
E’ Domenica 26 agosto che alle ore 9.30 con il magico rito, segno della tradizione biellese, dell’apertura e chiusura dei cancelli che il sindaco democratico avv. Marco Cavicchioli con il rettore can. don Michele Berchi hanno dato il via alla festa annuale di commemorazione della Beata Vergine d’Oropa. Si è iniziato con il saluto di apertura della processione del Vescovo Gabriele Mana; a seguire autorità canonici sacerdoti diaconi ministranti religiosi e tutto il santo popolo di Dio si è protratto fuori dalla chiesa per la consueta processione conclusasi nell’ atrio della Basilica Superiore.
Da lì l’inizio della Santa Messa dove il Vescovo ha salutato le autorita ma anche tutti pellegrini in particolar modo i parrocchiani di Zimone con il parroco padre Simone Furno il quale ha voluto il pellegrinaggio del paese a questo grande momento commemorativo. Mons Gabriele Mana ha ribadito l’importanza che la vera festa del Santuario é in questo giorno data la dedicazione al culto della chiesa con l’ importanza della liturgia. È oggi il giorno che si è ricordata la prima incoronazione. Da non dimenticare il V centenario dell’incoronazione della Beata Vergine di Oropa che avviene ogni 100 anni a partire dal 1620 dove si ripete il solenne gesto dell’Incoronazione che nel 2020 si celebrerà per la quinta volta.
Compiere questa tradizione non significa ripetere un gesto o un’opera faraonica come nella storia passata. La vera sfida é riportare questa tradizione nel presente, in questo frangente storico e culturale. “Non si tratta quindi di preparare qualcosa che accadrà l’ultima domenica di agosto esattamente il 30 agosto del 2020, ma di un cammino di preghiera ;senza effetti teatrali o cinematografici; dove la chiesa biellese potrà fare in questi anni e che culminerà in un evento celebrativo in quella data”. ha detto il vescovo Gabriele Mana.
A seguire le parole del Rettore: “Tutta la convivenza sociale è un atto di fiducia reciproca; qui oggi vedo tanti figli di questa fiducia anche se nel cuore abbiamo la tragedia del ponte Morandi. La citazione al ponte Morandi nasce dal pensiero a questo santuario che é il luogo della fiducia ma anche della speranza. Se fiducia e speranza sono due elementi derivanti dal nostro carattere dobbiamo pensare a Oropa come un cantiere quindi le autorità hanno il compito di aiutare il Santuario senza che il Santuario elemosini alle istituzioni sempre nel momento del bisogno”.
La cerimonia si è conclusa con l’affidamento a Maria delle preghiere del gremito popolo biellese che ha partecipato alla funzione ma prima della benedizione il ricordo all’importante vocazione del santo popolo di Dio verso la vita famigliare educativa e politica che nel sindaco emerito dott Donato Gentile e nel consigliere regionale Barazzotto si può intravedere i leader dei “valori base” del cattolicesimo italiano. La Santa messa si è conclusa con la benedizione dei fedeli e del cantiere che avrà la sua fine se tutto andrà bene nei giorni adiacenti al V centenario della incoronazione con la apertura della Basilica Superiore.

 

I commenti sono chiusi.