BI24_FLASH_CARABINIERI. Arrestato 49enne di Chiavazza: faceva prostituire la moglie, per poter giocare alle “macchinette”

carabinieri-arresto-biella24

Il gioco d’azzardo e le slot machine erano diventati così importanti nella sua vita quotidiana, che per trovare i soldi da infilare nelle “macchinette” ha costretto per anni la moglie a prostituirsi, arrivando anche a minacciarla di morte se si fosse rifiutata di vendere il suo corpo.
Nei giorni scorsi, al culmine di una articolata indagine, i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato D.D., un 49enne residente a Chiavazza, con l’accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, liberando così dopo cinque anni d’inferno sua moglie, una donna di 54 anni, dall’incubo in cui la sua ludopatia l’aveva cacciata.

I commenti sono chiusi.