BI24_FLASH_L’ITALIA VISTA DA BIELLA. Sandro Delmastro: “Ha proprio ragione Giorgia Meloni: il centrodestra non esiste più”

biella-sandro-delmastro-biella24

_Sandro Delmastro delle Vedove
L’odierna dichiarazione ai giornali di Giorgia Meloni purtroppo è veritiera: “Questo centrodestra non esiste più”. Sto tentando di dire e ripetere a tutti Voi le stesse cose da settimane, ritenendo del assolutamente ‘anomala’ questa alleanza, ormai caratterizzata dal fatto che ‘nonno Silvio’ non accetta, né intende per il futuro accettare, posizioni subordinate ritenendo invece che comunque gli spetti di diritto il ‘numero 1’. Tutti gli hanno già tentato di far capire che ormai, fermo restando il giusto e doveroso rispetto per il ruolo importantissimo che ha avuto nel recente passato, ormai il “capo” non può più essere lui, che, ricordiamolo sempre, è ottantatreenne (!), con tutti i limiti che fatalmente porta con sé un anziano di quella età! !
Credo che Giorgia Meloni, fermo restando il rispetto che porta per il ruolo ricoperto sino ad oggi da Silvio Berlusconi, voglia dire che deve essere ’archiviato’ un politico di quella età, e non ipotizzare un suo rientro in Parlamento per una intera residua (ma sempre lunga) legislatura! Malauguratamente nessuno osa dirgli “Silvio, sei vecchio!”, forse anche perché in questo caso il ‘vecchietto’ (sempre bravissimo in termini economici!) chiederebbe di fare… i conti ed in questo caso ci sarebbe davvero da ridere! Se a ciò si aggiungono le ragioni interne dal punto di vista politico, purtroppo siamo di fonte ad una esperienza che forse ci ha fatto illudere e sognare, ma che è ormai ora, come sta facendo Giorgia Meloni, di affrontare e di risolvere con grande lucidità (e sofferenza).
Il centro-destra si è già di fatto completamente sfasciato (e questo in aggiunta alla questione ‘robusta’ di Silvio Berlusconi). Abbiamo forse soltanto la fortuna di avere un mondo di sinistra caratterizzato da autentici ‘cretini’, incapaci di prendere in mano la situazione e di governare serenamente, come sembra, peraltro, ‘non riuscire’ il centro-destra. Io, onestamente, credo, sul piano personale, che sia la fine della ‘democrazia rappresentativa’ di stampo ottocentesco, ancor oggi presente nelle nostre aule parlamentari: si tratta di vedere sino a che punto siamo in grado di “sopportare” un andazzo penoso e pietoso, che schiaccia il rispetto che i politici debbono avere (e non hanno!) per il popolo italiano.
Il mondo si muove e si è già mosso: Trump ed il leader cinese si sono incontrati e stretti la mano, e Trump addirittura ha stretto la mano financo al leader della comunistissima Corea del Nord Kim Jong-un: soltanto noi in Italia riteniamo di poter andare avanti con un meccanismo parlamentare bolso, ridicolo ed inefficiente, vecchio di oltre un secolo!

I commenti sono chiusi.