BI24_FLASH_L’EVENTO. Anche i Giovani Padani biellesi, a Mentone per incontrare gli amici francesi di “Génération Nation”

_Alessio Ercoli (Giovani Padani)
L’evento comune svolto domenica scorsa tra i giovani del MGP della Lega di Salvini e di Génération Nation, movimento giovanile del Rassemblement National di Marine Le Pen, è stato un successo. A Menton si è svolta la conferenza stampa: sul tavolo dei due movimenti giovanili le strategie del futuro, per rendere sempre più stretta l’intesa tra le forze politiche che vogliono costruire una nuova Europa, fondata sulla difesa delle identità e sulla libertà. Erano presenti per la Lega Davide Quadri, Responsabile Federale Esteri dei Giovani della Lega, i Deputati Flavio Di Muro (Ventimiglia) e Flavio Gastaldi (Cuneo), entrambi esponenti del movimento giovanile leghista.
Mentre per i giovani del Rassemblement National, il Segretario Generale di Génération Nation, Jordan Bardella, e il Responsabile del movimento giovanile dell’area di Marsiglia e del Sud della Francia, Enzo Alias. Quadri, nel suo intervento, ha affermato che “con Génération Nation c’è un rapporto sempre più stretto, che si fonda su molte idee comuni, che vertono sulla sovranità nazionale, sulla difesa dall’immigrazione e su un’Europa fatta di tante Patrie libere, dove i giovani possano costruire il proprio futuro”.
Successivamente si è svolto un volantinaggio al mercato prima di spostarsi alla frontiera, dove è stato esposto uno striscione con la scritta “basta immigrazione” sia in italiano sia in francese. Nel pomeriggio ci si è spostati a Ventimiglia, per pranzare e stringere l’alleanza geopolitica che sarà protagonista alle elezioni europee del prossimo anno. La massiccia mobilitazione di giovani identitari che anche in una domenica d’estate, dopo estenuanti campagne elettorali che hanno portato la Lega al governo, hanno percorso centinaia di chilometri per partecipare alla prima di una serie di relazioni internazionali con partiti che la pensano come noi, per questo vanno ringraziati.
Gli amici francesi di GN hanno speso parole lodevoli nei nostri confronti, confermando il ruolo della Lega in Europa. A loro va un grande ringraziamento per l’invito e l’organizzazione. Abbiamo dimostrato che chiudere le frontiere è possibile, positivo per l’interesse nazionale ed i cittadini e completamente legale, sostenendo che con la chiusura delle frontiere esterne (come previsto da Schengen) si possono tenere aperte quelle interne all’UE, con maggiori benefici per tutti. Quale posto migliore per esprimere queste posizioni che il confine di Ventimiglia?
Dove le frontiere esterne ed interne dell’UE si incontrano ed in passato per colpa delle politiche filo-immigrazioniste della sinistra abbiamo subito gli effetti negativi della loro chiusura poiché non difendevamo le nostre. Ora la musica è cambiata, con buona pace di chi continua a sostenere l’illegale immigrazione clandestina. Ora abbiamo altri alleati in Europa, per i quali siamo esempio di buon governo.

I commenti sono chiusi.