BI24_FLASH_L’ITALIA VISTA DA BIELLA. Sandro Delmastro: “Di Maio piace tanto ai compagni perché è un comunistello…”

biella-sandro-delmastro-biella24

_Sandro Delmastro delle Vedove
La prima pagina di “Libero” affronta, finalmente, il tema della parte di governo che ‘sta a sinistra’ in modo netto e deciso e che, di fatto, è espressione di Fico ed ‘alleata’ del vecchio e superato partito comunista. Ecco come il quotidiano affronta l’argomento, certamente difficile e continuamente ‘mutevole’ nel tempo: “Libero” di mercoledì 4 luglio 2018 – “Il vicepremier supera a sinistra Landini – Di Maio piace ai compagni perché è un comuni stello – Sindacati e vecchi arnesi rossi entusiasti del decreto dignità di Giggino, che invece terrorizza gli imprenditori.
Conte in difficoltà: non siamo nemici delle aziende. La Lega tace imbarazzata”. Vale la pena di soffermarsi sull’esordio dell’articolo di Pietro Senaldi, che ha affrontato il tema in modo estremamente efficiente: “Il decreto dignità di Di Maio, da ‘Libero’ battezzato ‘decreto stupidità’, è un salto indietro nella storia. Con esso il leader dei Cinquestelle è riuscito a far tornare in vita Bertinotti, la Camusso, Rizzo, Landini e una serie di fantasmi di cui speravamo di esserci liberati per sempre”. Come spesso ho avuto occasione di affermare, la complessa e complicata ‘alleanza’ Lega-Cinquestelle è sostanzialmente ‘inaffidabile’ proprio in quanto mette vicino forze assolutamente differenti ed addirittura su molti argomenti, incompatibili fra di loro.
Di Maio ha semplicemente dimostrato, come dice il titolo dell’articolo, di essere un ‘comunistello’, con tutto ciò che questo fatto significa. Ma questa ‘maggioranza’ (sempre ammesso e non concesso che ci sia e che sia lecito definirla con la parola ‘maggioranza’) riuscirà a fare qualcosa di buono con una opposizione ‘solida’ come la sinistra e come la stessa Forza Italia ed il gruppo di Giorgia Meloni? Qualcosa mi dice che, a ragionare correttamente sulla base gei consueti schemi partitici, ce l’avremo comunque veramente dura!

I commenti sono chiusi.