BI24_FLASH_BIELLA: DAL COMUNE/1. Piano periferie per il Villaggio Lamarmora: fatti passi avanti per sei progetti

biella-chiesa-villaggio-biella24

_Riceviamo dal Comune di Biella e pubblichiamo:
A convenzioni firmate e stanziamenti governativi sbloccati, procede spedito il piano periferie del Villaggio La Marmora, co-finanziato con 4,115 milioni di euro da un bando ministeriale per la riqualificazione urbana. La giunta di lunedì 5 giugno ha dato il via libera a sei progetti esecutivi per altrettanti interventi, ultimo passo burocratico prima di bandire la gara di appalto e assegnare i lavori.
Quello più oneroso riguarda la piscina Rivetti: il rifacimento della guaina della vasca interna vale 800mila euro. Con 600mila euro si risistemerà la ludoteca di via Dorzano e con 120mila il condominio solidale di piazza Molise, che offre a persone non completamente auto sufficienti e in condizione di fragilità quindici piccoli alloggi. Costa 320mila euro la risistemazione dello stabile comunale di via Ponderano 11, che si abbina a quelli, per i quali i lavori sono già stati appaltati, ai numeri civici 7 e 12 della stessa via.
Quest’ultimo diventerà “alloggio di sgancio” per accompagnare all’indipendenza i neo-
maggiorenni appena usciti dalla comunità. La riqualificazione di area verde e servizi igienici a servizio di piazza Falcone e dello skate park vale 300mila euro. E un investimento da 160mila euro servirà ad ampliare la rete delle piste ciclabili della città sulle direttrici nuovo ospedale-giardini Zumaglini, via Ivrea-via Delleani-via Moro e viale Macallé-viale Roma-stazione San Paolo.
Altri lavori compresi nel piano sono già stati completati (è il caso delle aree giochi di via Valle d’Aosta e dello stadio La Marmora-Pozzo) o appaltati, come i già citati alloggi di via Ponderano, la risistemazione del campo sportivo di via Gersen o la riqualificazione energetica della casa di giorno per gli anziani. Il piano periferie dedicato al Villaggio Lamarmora si abbina a quello per Riva e Chiavazza, a sua volta co-finanziato da un bando ministeriale con circa 2 milioni di euro.
Anche in questo caso alcune opere sono già state completate (le riparazioni e la messa in sicurezza di salita San Giuseppe, la pavimentazione di via Rosazza) e altre sono state appaltate, come il raddoppio del dormitorio comunale nei locali del Belletti Bona o il percorso ciclabile tra via Cernaia e via Milano.

I commenti sono chiusi.