BI24_FLASH_MUSEO DEL TERRITORIO/1. Tra il primo quadrimestre del 2017 e quello del 2018, più che raddoppiate le visite

biella-museo-territorio-new-02-biella24

Oltre tremila visitatori, contro i circa 1500 dello scorso anno nello stesso periodo: il buon lavoro che da anni sta svolgendo lo staff del “Museo del Territorio”, sta piano piano raccogliendo i suoi frutti e così, tra il primo quadrimestre del 2017 ed il primo del 2018, le sale del chiostro di San Sebastiano hanno registrato il doppio delle visite, senza neanche contare il numero degli studenti delle scuole del Territorio, che ormai considerano la struttura biellese come un punto obbligatorio, nel programma annuale.
«Il dato numerico è più che soddisfacente – commenta Teresa Barresi, assessore alla cultura -. Ma è interessante aver constatato che non si è trattato solo di nuovi visitatori, ma anche di persone che al Museo sono tornate. La progettualità interna, caratteristica delle ultime mostre organizzate, sta dando i risultati in cui credevo. Il Museo che non ospita ma che produce contenuti è apprezzato. È un polo culturale che racconta, rappresenta e trasmette i valori del territorio, in cui i diversi attori coinvolti hanno potuto collaborare con le professionalità del Museo nella costruzione di iniziative condivise».

I commenti sono chiusi.