BI24_FLASH_IL RICORDO. Mongrando: una targa per Rinaldo Antonino, l’altra faccia con Cusano della “Biella di piombo”

mongrando-targa-rinaldo-antonino-biella24

_Ros
Le facce della “Biella di piombo”, del sangue che la nostra città ed il Territorio hanno versato durante gli anni senza senso del terrorismo, sono due. Una, la conosciamo tutti quanti, non ha bisogno di presentazioni: il vice Questore Francesco Cusano e quegli spari nella calma della sera, a due passi dagli “Zumaglini”.
L’altra, dimenticata da tanto, troppo tempo, ritrova le sue “fattezze” in questi giorni, grazie all’intervento del sindaco di Mongrando Antonio Filoni, del Consiglio e della comunità del piccolo centro della Valle Elvo. E’ la faccia di Rinaldo Antonino, guardia giurata presso la banca Sella, che proprio 37 anni fa cadeva sotto i colpi infami di un gruppo di terroristi.
Era il 15 maggio del 1981, era una giornata proprio come quella di oggi, ma l’epoca era un’altra, il clima differente. Oggi, le rapine in banca sono praticamente “estinte”, ai tempi erano il… fondo cassa per i cosiddetti gruppi “extraparlamentari”. Un fondo cassa, molto spesso sporco di sangue umano.
Onore quindi ai mongrandesi, che hanno saputo ricordarsi di questa figura così umile, di questa vittima rimasta nel silenzio, apponendo proprio fuori dagli uffici in cui trovò la morte, una targa che da oggi in avanti servirà a tutti quanti, per non dimenticare quei giorni così strani, così grigi, in cui anche Biella ed il Biellese avevano quello strano, disgustoso, sapore di piombo.

I commenti sono chiusi.