BI24_FLASH_COSSATO O GRANDE COSSATO? Il Movimento 5 Stelle: “Anche il Pd, adesso vuole la fusione con i paesi limitrofi…”

M5S Cossato

_Movimento 5 Stelle Cossato
Apprendiamo dai giornali la volontà della lista civica Cossato Cambia – lista che fa riferimento al circolo del Partito Democratico cittadino per voce del suo segretario Fabrizio Cavalotti – della prossima presentazione di una mozione con cui si chiede un impegno all’attuale consiglio di verificare le condizioni di una possibile fusione con alcuni comuni limitrofi.
Siamo molto contenti di tutto ciò, il MoVimento 5 Stelle ha tra i propri principi quello di diminuire il numero delle amministrazioni comunali valorizzando però i piccoli borghi. Nell’attesa di capire effettivamente come verrà posta la questione, ci stupisce una delle motivazioni di fondo che pone il Partito Democratico Cossatese: maggiore spesa che stimano in circa 2,5 milioni.
Cossato ancora sconta l’ultima dispendiosa esperienza PD con i sindaci Scaramal-Bianchetto: il Complesso Agorà e i parcheggi blu ce li ricordano perennemente. L’esperienza pd ci ha lasciato un debito di 17 milioni (anno 2008), oggi con grande sacrifici di tutti siamo a meno di 9 milioni di debiti finanziari. Il MoVimento 5 Stelle pone come prima questione sulla fusione dei comuni, la minor spesa (di sicuro per i consigli comunali e revisori) e non il poter attingere maggiormente dalle tasche degli italiani.
L’abbattimento dei costi della politica per noi è il primo obiettivo! Solo per semplificare: unire i comuni di Cossato, Quaregna, Cerreto Castello, Mottalciata, Gifflenga e Castelletto Cervo porterebbe un risparmio nelle casse del nuovo comune di circa 500 mila euro a
legislatura. Soldi che oggi sono sottratti ai cittadini (di sola addizionale irpef comunale mediamente all’anno ogni famiglia cossatese paga 280 Euro).
Ci sarebbe poi un progetto organico per ottimizzare la raccolta rifiuti, il nuovo soggetto avremmo un costo che sfiorerebbe i 3 milioni e che produrrebbe ricavi appena per 200 mila euro (molti dei costi dovuti all’errata scelta politica SEAB-Comune di Cossato). Un comune che potrebbe finalmente ottimizzare le strutture educative e sportive, un comune che potrebbe pensare ad una mobilità alternativa e ad un concetto di smart city di cui i politici sino ad ora si sono solo riempiti la bocca senza neppure comprendere che vuol dire.
In definitiva, ringraziamo il Partito Democratico Cossatese di seguire la via che tracciamo da tempo, assolutamente è questa la strada da intraprendere per il futuro. Se si parla di tagli allora gli attivisti di Cossato del MoVimento 5 stelle Piemonte rispondono presenti con
l’attenzione, sempre e comunque, ad essere l’ultimo baluardo dei cittadini contro gli sprechi della politica.

I commenti sono chiusi.