BI24_FLASH_L’ITALIA VISTA DA BIELLA. Sandro Delmastro: “Il centrodestra, costringa Mattarella a fare il suo dovere…”

biella-sandro-delmastro-biella24

_Sandro Delmastro delle Vedove
Ma è mai possibile che il centro-destra non riesca a ‘costringere’ il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a conferire il mandato, per la carica di Presidente del Consiglio dei Ministri, all’On. Matteo Salvini? E ancora, come può il Capo dello Stato a non prendere neppure in considerazione il responsabile dell’alleanza di centro-destra, malgrado essa rappresenti oggettivamente il gruppo politico che ha raccolto il maggior numero di voti?
Dove è finita la democrazia rappresentativa, ammesso che conti qualcosa? Sono passati oltre 60 giorni dal voto! Io credo che sarebbe il caso, come ho già avuto modo di dire, di esprimere una vigorosa e addirittura assai ‘poco rispettosa’, protesta, essendo evidente che il Presidente della Repubblica è in modo chiaro ‘uomo di parte’, visibilmente favorevole alla sinistra e tutt’altro, dunque, che ‘super partes’.
Quello che francamente mi lascia sbalordito è la supina e silenziosa accettazione, dallo schieramento di destra, di Sergio Mattarella, senza capacità di considerarlo come uomo della ‘fazione’, che, callidamente, in quanto tale, non dovrebbe più permettersi di ‘fingere’ di essere autonomo e indipendente, non avendo rispettato il proprio ruolo di politico al di sopra di ogni corrente (anche e soprattutto della propria!) alle elezioni del 4 marzo ultimo scorso.
In quella data gli Italiani votarono massicciamente, tranquillamente e serenamente per il centro-destra, che invece, sino ad oggi, incredibilmente non è mai stato preso in considerazione dal Capo dello Stato! Ed infatti proprio la coalizione di centro-destra è
stata in modo addirittura volgere esclusa da un Mattarella che probabilmente ha, più che giustamente dal suo punto di vista, ‘sperimentato’ sul campo che non vi sarebbero state le ipotetiche forti reazioni (in realtà neppure ‘minimali’!) di fronte alla volgare violenza politica messa in atto dal Presidente della Repubblica.
Molti hanno già provato a sottolineare a Mattarella, con aria, purtroppo, di timidissima protesta, che il gruppo che ottiene il maggior numero di parlamentari (deputati e senatori) gode del sacrosanto diritto di essere ‘forza di governo’: purtroppo questa legge, basata sulla logica prima ancora che sulla forma, è stata apertamente e sconciamente ignorata proprio da Sergio Mattarella ed ora gli uomini del centro-destra hanno a loro volta – ed io aggiungo ‘finalmente’ – tutto il sacrosanto diritto (io aggiungo il ‘dovere’) di presentarsi con aria furibonda dinnanzi dalla Presidenza della Repubblica non già per sapere come questi la pensa (l’abbiamo già perfettamente capito!), ma per svolgere una clamorosa e ‘vibrante’ protesta! Salvo che nel centro-destra vi sia gente più ‘cogliona’ di quel che, più che legittimamente, già pensavo!

I commenti sono chiusi.