BI24_FLASH_LA LETTERA. Corinne Cassarà, Fdi: “Come Charlie Gard, anche il piccolo Alfie Evans è stato ucciso da un giudice”

alfie-evans

_Corinne Cassarà (Fratelli d’Italia Biella)
E’ successo nuovamente. Un giudice inglese ha condannato a morte la più indifesa delle creature. Come già accaduto per Charlie Gard, anche al piccolo Alfie Evans saranno staccati i supporti che lo tengono in vita. Così ha deciso un giudice dell’Alta Corte di Londra che ha anche negato ai suoi genitori la possibilità di trasferire Alfie all’Ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma. I medici romani avevano dato disponibilità ad accoglierli, restituendo dignità al dolore di questa famiglia che chiede solo di poter accompagnare il proprio figlio con amore nel decorso naturale della rara malattia degenerativa di cui è affetto.
Ancora una volta il diritto alla Vita viene trasformato in un dovere a morire, perchè continuare a vivere con una malattia rara che non lascia scampo non è, secondo il giudice inglese, “nel migliore interesse del minore”. Sembra, invece, che sia nel suo migliore interesse morire soffocato, perchè è così che Alfie verrà portato alla morte, staccando il respiratore che lo tiene in vita.
Tutto questo nel silenzio assordante dei media e di un’ Europa che ancora una volta non tutela il diritto alla Vita di un bimbo, il diritto alla libertà di due genitori che vogliono amare e prendersi cura del proprio figlio fino alla fine. Fratelli d’Italia esprime tutto il suo sdegno per ciò che sta accadendo al piccolo Alfie e ai suoi genitori.
Non accetteremo mai uno Stato che stacca il respiratore ad un bambino contro la volontà della mamma e del papà. Non accetteremo mai che sia un giudice a decidere se una vita sia degna o meno di essere vissuta. Fratelli d’Italia si batterà sempre contro questa cultura di morte nelle piazze e nelle aule parlamentari.

I commenti sono chiusi.