BI24_FLASH_L’ITALIA VISTA DA BIELLA. Sandro Delmastro: “Il Governo non si fa… Ed i Parlamentari biellesi non dicono niente”

biella-sandro-delmastro-biella24

_Sandro Delmastro delle Vedove
Continua l’assurda ed irritante ‘buffonata’ delle organizzazioni partitiche del tutto incapaci di reggere il peso del governo nazionale, stante il risultato delle recentissime elezioni. Ma quello che lascia perplessi ed attoniti è la totale assenza politica dei candidati di ‘successo’ (?!) a Biella: essi ‘sfuggono’ alle domande, e rispondono soltanto a quelle che non coinvolgono i problemi relativi ai disastrosi rapporti fra le parti.
Abbiamo un autorevole senatore e ben quattro deputati e non riusciamo a sapere nulla al di là di quanto già apprendiamo banalmente dai giornali. I nostri eletti, di qualsivoglia schieramento, vanno a Roma, lì prendono posto, e lì soprattutto stanno penosamente in silenzio: sono personaggi che non comprendono assolutamente la necessità di avere un rapporto mediatico costante con il mondo, comprensibilmente preoccupato, degli elettori, che in realtà hanno il diritto di avere dettagliate notizie, soprattutto in un momento delicato come quello dei rapporti interpartitici nei quali sembra, come accade in questo periodo, che sfugga o risulti impossibile qualsivoglia possibilità di serio e durevole accordo fra le differenti forze organizzative.
I loro ‘leaders’, evidentemente, danno preciso ‘ordine’ ai loro ‘sudditi’ di partito di tacere e di non ‘informare’ i cittadini circa gli sviluppi della situazione. La circostanza incredibilmente paradossale è che il ‘blocco’ più… serio appare essere, in questo momento, quello del Partito Democratico (ed è tutto dire!), perché il centro-destra ha in piedi la questione di Silvio Berlusconi, che, onestamente, non ha, purtroppo, la forza di fare un passo indietro e di ritirarsi a… vita privata (nel senso ormai “asessuato” del termine!): sino a che non si risolve questo difficile problema, il centro-destra non riesce a fare un solo passo in avanti durevole ed attendibile.
Ed i nostri deputati e senatori biellesi? Probabilmente – e lo comprendo, anche se non lo giustifico – si vergognano di questa situazione, la cui via d’uscita è di evidentissima difficoltà: e non basta l’indubbia serietà di Giorgia Meloni che, disperata, cerca di rabberciare ciò che forse non si può più ‘rattoppare’, pur con tutta la volontà che ci mette!
Ma noi che rappresentiamo il popolo che li ha eletti, abbiamo il diritto di fare domande, di chiedere spiegazioni ed interpretazioni circa la tragi-comica realtà politica e soprattutto di avere risposte convincenti e rassicuranti? Non riuscire ad ottenere neppure questo significa semplicemente che viviamo in una sorta di pericolosissima “dittatura” senza alcuna possibilità di ritorno alla democrazia: e questo francamente mi preoccupa e mi spaventa, perché abbiamo inaugurato una stagione di soprusi posti in essere, per di più, da persone impreparate!

I commenti sono chiusi.