BI24_FLASH_SCUOLA/2. Biella: i ragazzi del “Gae Aulenti”, continuano ad… abbattere le barriere architettoniche

commissione_con_studenti_gae_aulenti_chiavazzaProsegue anche quest’anno, la collaborazione tra il Comune di Biella ed i ragazzi dell’Istituto cittadino “Gae Aulenti”, per la mappatura dei punti critici della capoluogo, che non sono a norma per le persone con disabilità. Nei giorni scorsi, la classe terza dell’indirizzo costruzione, ambiente e territorio, ha infatti iniziato a lavorare sul quartiere di Chiavazza che ha oltre 200 “angoli”, in cui le barriere architettoniche vincono ancora sulla civiltà. «Ci ha stupito – spiega Danny Sturniolo, il portavoce dei ragazzi del “Gae Aulenti” – la situazione dei passaggi pedonali. In un caso è stato costruito il palo del semaforo proprio in corrispondenza dell’attraversamento, con conseguente riduzione dello spazio sul marciapiede oltre alla difficile accessibilità». «E utile per noi – gli ha fatto eco l’assessore ai lavori pubblici Valeria Varnero – che con questo lavoro e con quello dell’anno scorso abbiamo a disposizione una mappa quasi completa della città e dei punti in cui è più urgente intervenire. Sicuramente è stata utile anche per i ragazzi, che hanno maturato una sensibilità più profonda verso il tema delle barriere architettoniche e delle difficoltà a muoversi delle persone disabili».

I commenti sono chiusi.