BI24_FLASH_L’ITALIA VISTA DA BIELLA. Sandro Delmastro: “La politica italiana, non riesce neanche a creare un ‘governicchio’…”

biella-sandro-delmastro-biella24

_Sandro Delmastro delle Vedove
Questi stupidissimi buffoni da quattro soldi, che hanno la responsabilità della politica nazionale, continuano a ‘fare il bello ed il cattivo tempo’ senza neppure riuscire a raggiungere un accordo ‘minimale’ per la formazione di un “governicchio” da dilettanti. In realtà sembrano bimbi ‘viziati’: ora la ‘trattativa’ sta assumendo caratteristiche francamente stomachevoli, e deputati e senatori, di secondo piano, sono ‘a cuccia’ in attesa che i loro ‘padroni’ finalmente dichiarino raggiunta una intesa!
E, come se non bastasse, si avvicina, ogni giorno di più, anche l’ipotesi di nuove elezioni. Badate bene ad una singolare e significativa circostanza: nessuno di destra, di centro o di sinistra, ha osato raccontare all’elettorato quel che succede, in termini di costi, se per caso si dovesse tornare alle urne !!! La questione invece è seria perché è abbastanza comprensibile che saremmo costretti a ripetere le votazioni (per la verità io no!) a causa della imbecillità del corpo elettorale (e cioè di tutti noi!).
Tutti quanti tacciono, tutti fanno finta di niente, e sembra anzi che nessuno si vergogni di questa ‘manfrina’. E perché mai, se dobbiamo dire la verità fino in fondo, il mondo politico dovrebbe provare turbamento, imbarazzo o disagio, tenuto conto del fatto che noi ‘pecoroni’ stiamo zitti e siamo incapaci di urlare dicendo ai nostri eletti “ora basta!”, facendo loro capire che la misura è ormai colma e che non siamo più disponibili a sopportare altre umiliazioni come quelle che i partiti già ci hanno inflitto e che ancora ci infliggono? Credo che si possa dire, con tutta franchezza, che la misura ormai è colma.
Dovrebbero, almeno le ‘alte sfere’, essere tutte ‘arrestate’ per far esplodere finalmente di gioia i cittadini, ormai troppo umiliati, avviliti e mortificati, per resistere ancora a fronte delle sceneggiate ridicole che dobbiamo necessariamente vedere. E soprattutto ne abbiamo le scatole piene al solo pensiero che dopo 60 anni passa sotto il nostro naso il vecchio decrepito Giorgio Napolitano, cui il Capo dello Stato è costretto a chiedere un ‘parere’ ed un ‘consiglio’, senza avvertire il senso del ridicolo!
Siamo stufi: diciamolo ai politici di questa (breve, anzi spero brevissima) legislatura, sperando che ascoltino e che abbiano anche la percezione esatta della nostra profonda disistima, visto che sono bastate soltanto tre settimane dal voto per dimostrare che sono proprio tutti uguali!

I commenti sono chiusi.