BI24_FLASH_“CITTA’ STUDI”: gli studenti del corso agro-alimentare, hanno fatto visita al caseificio “Rosso” di Pollone

Visita.CaseificioRosso

_NOTIZIE DA “CITTA’ STUDI”
Visita in azienda per gli studenti del corso professionale gratuito “Operatore della trasformazione agroalimentare” di Città Studi. Qualche giorno fa i ragazzi delle due classi del corso Obbligo istruzione sono stati ospiti del Caseificio Rosso di Pollone, una delle aziende madrine del progetto formativo Simulimpresa che si affianca alla didattica dell’intero triennio. Scopo del progetto è coinvolgere i ragazzi in un’esperienza pratica, mediante un approccio diretto col mondo del lavoro, per sperimentare sul campo aspetti gestionali e organizzativi di una realtà imprenditoriale.
La visita è iniziata con la proiezione di un video sulla storia del Caseificio Rosso, che ha illustrato sia le fasi della produzione (a Biella), sia di stagionatura del prodotto, nella sede di Pollone. A seguire i ragazzi hanno descritto al titolare la selezione di piatti realizzati in cucina, sotto la guida del docente di laboratorio, e la relativa schedatura dei vini del territorio scelti in abbinamento ad ogni formaggio.
La visita è proseguita con un tour all’interno dello stabilimento e con una minuziosa spiegazione sulle fasi fondamentali del processo di stagionatura di alcuni prodotti. Entro la fine di aprile sarà portata a termine la seconda parte del progetto, che consiste nella realizzazione di un tagliere di assaggio con 5/6 qualità di formaggi, indicate dai titolari del caseificio, e relativo abbinamento di vini.
A quel punto, grazie alla collaborazione con alcuni locali biellesi, inizierà la fase di promozione sul territorio dei piatti e del tagliere, realizzati dagli studenti, che saranno inseriti a menu e proposti alla clientela, in alcuni periodi dell’anno. Per maggiori informazioni e per procedere all’iscrizione al prossimo anno, è possibile contattare Città Studi al numero 015 8551131, scrivere a
formazione@cittastudi.og o compilare il modulo di richiesta presente sul sito www.cittastudi.org.

I commenti sono chiusi.