BI24_FLASH_TUTTI CONTRO LA TARIP/2. Biella, Andrea Delmastro: “Telecamere per la sicurezza? No. Telecamere per la monnezza…”

Diego_Presa Un disastro, dentro ad un disastro, dentro ad un disastro… E così all’infinito. La sinistra biellese, oggi, è questo. Una sciagura in grado solo di rendere ancora peggiore, un Territorio già messo a dura prova da vent’anni di crisi politica, sociale e lavorativa. Non stupisce, quindi, che l’ultimo atto da consigliere comunale di Biella ed il primo da Deputato di Andrea Delmastro di Fratelli d’Italia, vada contro ad uno dei simboli storici, di questa sinistra così sciagurata: Diego Presa.
“Con la Tarip, il nostro caro ‘Re Monnezza’ ha aumentato l’abbandono indiscriminato dei rifiuti, diminuito la pulizia generale del Capoluogo e costretto i cittadini a subire sanzioni, per l’errato conferimento di altri cittadini… E adesso Fratelli d’Italia cosa scopre? Che invece di spendere in telecamere per la sicurezza – spiega l’ex assessore – hanno intenzione di investire nella videosorveglianza di quelle zone di degrado, che proprio loro hanno creato…”.
L’ennesima follia, di un esecutivo che sbaglia e poi non riesce neanche ad ammettere i propri sbagli. Da Gaglianico a Sandigliano, dalla superstrada fino a Quaregna, infatti, le strade sono ormai piene della spazzatura di coloro che vivono in quei centri della Provincia, che hanno deciso di scegliere la “Tariffa puntuale”…
“Presa – termina infatti Delmastro – dice che Biella è seconda solo a Verbania come raccolta differenziata, ma non dice che Verbania usa ancora la Tari… E visto che il ‘giochino delle tre carte’ gli piace tanto, nasconde anche la vera cifra dei crediti inesigibili: una voragine economica, che il nostro ‘Re Monnezza’ scaricherà sulle future generazioni, mettendo in serie difficoltà anche Seab”.

I commenti sono chiusi.