BI24_FLASH_IL CASO/1. Hanno fatto ridere la città per tre anni… Adesso fanno ridere ancora di più, con la “mozione antifascista”

benito-mussolini-biella24

_Ros
Benito (Benito!!!!) Possemato di “I Love Biella”; Giuseppe Rasolo del Partito Democratico; Doriano Raise di “Liberi e Uguali”; Simone Rosso di “Biella in Comune”. Segnatevi bene il nome di questi personaggetti e ricordateveli il prossimo 4 marzo, al momento di votare. Benito (Benito!!!!), Giuseppe, Doriano, Simone: quattro “ometti”, che di fronte allo schifo della loro fazione politica, ridicola sia nel Biellese che nel resto d’Italia, ad una decina di giorni dall’appuntamento con le urne si giocano la carta più infame e micragnosa: quella dell’ormai tristemente nota “mozione antifascista”. Roba da Ceausescu. Roba che puzza di sconfitta e anche un po’ di merda…se mi si permette il francesismo.
Di cosa si tratta? Semplice: la dittatura pidiota che ammorba l’Italia da quasi un decennio, devastata dalle proprie sconfitte invece di fare ammenda e provare a… ritornare un po’ nella realtà, cosa fa? Comincia a delirare dei fascisti, dei leghisti, dei razzisti, degli omofobi… Una volta la chiamavano strategia della tensione. Oggi che Andreotti non c’è più, al massimo, sembra la strategia della… “mezza porzione”. Perché questi quattro “sbirulini”, sono soltanto quattro mezze porzioni, come si diceva ai tempi di Don Camillo e Peppone… Vinceranno loro, visto che hanno una presunta maggioranza; si inventeranno che coloro che cercano di spiegare ai cittadini le cazzate immani che hanno fatto in questi anni, in realtà, sono soltanto degli schifosi che affossano il paese, dei bastardi di destra. Ma loro non sanno che ormai, i cittadini, hanno capito da tempo l’antifona. O forse lo sanno ed è ancora peggio.
Il loro destino è segnato ed invece di accettarlo cosa fanno? Cercano cavilli idioti, per impedire agli avversari politici di manifestare nelle strade e nelle piazze, di parlare liberamente alla gente. Meno male che poi, i “fascisti” siamo noi… Alla faccia della “loro” democrazia di burro… Che tristezza, soprattutto perché la proposta di questa mozione imbecille, arriva da gente come Possemato, Rasolo e Raise, che in questi anni di demolizione sociale e non solo di Biella, sono sempre rimasti in secondo, terzo e quarto piano. Eccola l’Italia del Pd: piccole comparse senza arte né parte, che quando tutto sta andando a rotoli, rispuntano dalle loro tane mostrando muscoli che non hanno, parlando di principi che non esistono, chiedendo una giustizia che non si meritano. Piccoli uomini che affondano, suonando gli strumenti stonati della loro orchestrina. Titanic…

I commenti sono chiusi.