BI24_FLASH_BIELLA VISTA DA BIELLA. Sandro Delmastro: “Wilmer Ronzani è quello strano ‘coso’ chiamato Rosatellum…”

_Sandro Delmastro delle Vedove
Chiunque abbia letto l’articolo dal titolo “Tutti i dubbi del Rosatellum”, redatto da Wilmer Ronzani e pubblicato dal quotidiano “La Stampa” sabato 20 gennaio 2018 pag. 52, non ha capito – e, con tutta franchezza, non può aver capito – sostanzialmente nulla! Anzi tutto partiamo dal significato dalla parola “Rosatellum” utilizzata con gioia dall’autore del ‘pezzo’: in proposito mi piacerebbe, in compagnia di Ronzani, fermare 100 cittadini e chieder loro se sanno con precisione che cosa sia il famigerato “Rosatellum”, per far comprendere amichevolmente al mio amico di sinistra che il suo modo di pensare è irreversibilmente distante addirittura ‘anni-luce’ dal modo di ragionare del popolo lavoratore che ha combattuto e sofferto per decenni!
Se poi uno di noi legge per intero la lettera in questione, non riesce a non sorridere al pensiero che, su 160.000 biellesi, saranno al massimo 100 (cento!) coloro che ne comprendono il ragionamento, il significato e la logica, anche soltanto utilizzando la prima frase che amo ripetere per la sua insuperabile incomprensibilità: “…Il Rosatellum, la legge elettorale con cui voteremo il 4 marzo, introduce il ‘voto per traslazione’ che si può riassumere nel seguente modo: l’elettore è convinto di votare per un determinato partito o lista, ma se questi non raggiungono e superano il 3%, il suo voto viene attribuito al partito o lista che nella coalizione quell’asticella l’ha superata”.
Anche tutto il resto della lettera di Wilmer Ronzani segue questa ‘logica’ (si fa per dire, naturalmente!) di totale difficoltà (se non impossibilità!) di comprensione. Ho sempre pensato, fino a pochi mesi fa, che Ronzani fosse un ‘Togliattiano’ purissimo ed invece mi rendo contro che l’unico rappresentante della sinistra sono rimasto… io, mentre Ronzani si è innamorato del mondo ‘liberale’ e/o ‘catto-comunista !!! Gli uomini del Pd e di tutti i pezzettini ‘social-comunisti’ sono di fatto succubi, proni ed asserviti al mondo della produzione, del guadagno e della ricchezza: ma io, che credo nella mia… ‘resistenza’, continuerò a combattere sino alla fine, rappresentando con rispetto anche l’ex-deputato comunista, che ora sembra aver totalmente dimenticato il suo passato!
Ed invito anche coloro che hanno per tutta la vita combattuto e sofferto per la sinistra ed il comunismo, a guardare a destra, per ritrovare i loro ideali, che non confonderò mai con le ‘truppe capitalistiche in camicia rossa”! Il mondo è cambiato: per molte cose si è letteralmente capovolto e a sinistra ormai il ‘glorioso’ Pci ha come rappresentanti (ed è tutto dire!) Gianluca Susta, Nicoletta Favero e Vittorio Barazzotto. Caro Ronzani, è già tanto che non ti chiedano di prendere la porta e di uscire!

I commenti sono chiusi.