BI24_FLASH_LA STORIA. Dalla Lombardia a Masserano, rispunta un quadro di Romano Mussolini dedicato al padre Benito

Il miglior pianista del jazz italiano, un artista solitario e sensibile e soprattutto, l’ultimo testimone di quel pezzo di storia, che qualcuno – sempre meno – vorrebbe cancellare dalla memoria degli italiani: Romano Mussolini è stato un personaggio scomodo, per l’Italia repubblicana, un uomo fondamentale per chi non si accontenta della verità di qualcuno.
E visto che di storia si tratta, dalla Lombardia fino al Biellese, in queste settimane ne è rispuntato un piccolo ma importante pezzetto: un quadro che Romano Mussolini aveva dipinto in memoria del padre Benito, una immagine surreale ma significativa, di quella Italia che per vent’anni sognò “diverso”, prima di risvegliarsi a brandelli.
“Un signore di Milano che ha una casa da queste parti – spiega Ivan Bono, titolare del mercatino ‘Secondamania’ di Masserano – lo ha ritrovato quasi per caso. Quando la moglie ha minacciato di gettarlo via, lo ha subito portato qui e messo in vendita. Ma a prescindere dalla vendita, è importante aver salvato questo dipinto, che in fondo è anche un po’ un documento”.

I commenti sono chiusi.