BI24_FLASH_BIELLA VISTA DA BIELLA. Sandro Delmastro: “Galleria della Volpe: 6 mesi dopo, la guerra ad Anas non è ancora iniziata…”

_Sandro Delmastro Delle Vedove
Sono ormai pressoché terminati i lavori di natura tecnica alla ‘Galleria della Volpe’, lungo il tratto di strada Cossato-Vallemosso: lo ha affermato in questi giorni il “Duce” dei trasporti e della viabilità Emanuele Ramella Pralungo. Chiedo ovviamente ed umilmente scusa al… Duce per il paragone assai poco prestigioso (per il Duce!). Sono ormai decorsi, per questo ‘pezzettino’ di strada del Cossatese, sei mesi di chiusura al traffico e sono stati anche sei mesi di forte e violenta polemica fra il Presidente della Provincia Emanuele Ramella Pralungo ed i responsabili dell’Anas per stabilire a chi competano i costi dei lavori (ora, ormai, salvo ultime modificazioni, sembra definitivamente risolta la questione, naturalmente con pieno torto da parte del Presidente della Provincia).
L’Anas sembra del tutto indifferente (non ritiene neppure necessario e/o opportuno rispondere alle “guerre stellari” messe in atto, ma solo sui giornali, dal Presidente Ramella
Pralungo) rispetto alle richieste avanzate dalla Provincia di Biella, avendo anzi già ufficialmente affermato che non intende assolutamente esborsare i costi necessari per i lavori di risistemazione della ‘Galleria’. Ma Ramella Pralungo sembra, come del resto è suo costume, non avere alcuna intenzione di ‘mollare’, tant’è vero che, più che giustamente, i giornali locali hanno ricordato ai lettori “che l’attuale intervento infatti è stato completamente finanziato dalla Provincia di Biella che all’indomani della chiusura aveva chiesto all’Anas di farsene carico con scarso successo”.
Ma i giornali del nostro territorio hanno ormai registrato il ‘litigio’ sicché ancor oggi (sei mesi dopo la promessa di una ‘guerra’ aperta da parte di Ramella Pralungo) attendono di vedere l’avvio delle bellicose iniziative provinciali anche per il potenziale recupero dei costi, per intenderci pari a circa 30.000 euro. Tenuto conto di quanto piace al Presidente della Provincia ‘pavoneggiarsi’ sul… nulla, ora che è decorso un intero semestre senza
che si siano avute notizie della ‘lotta’ fra i due Enti pubblici è lecito chieder conto al terribile ‘guerreggiante’ (in realtà molto modesto, tranquillo e pauroso) se e quando è stata resa ufficiale la ‘dichiarazione di guerra’ e soprattutto se Ramella Pralungo ha già schierato… le truppe per ‘castigare’ l’armata – Anas (facendo sorridere persino i dipendenti della Provincia!).
Diciamocela tutta! In realtà io sono convinto che, dopo sei lunghi mesi di ‘lite’ (sempre e soltanto da parte della Provincia, con l’Anas che probabilmente si chiedeva chi fosse questo stranissimo uomo ‘bellicoso’!) semplicemente dovremmo avere il diritto di sapere che cosa sia stato fatto o quali iniziative documentali siano state assunte a conferma della ‘effettiva’ (?!) volontà della Provincia di Biella di dare seguito a quanto, con voce e toni… ‘roboanti’, Emanuele Ramella Pralungo ha lasciato intendere. Come sempre, però, abbiamo imparato a conoscere il Presidente della Provincia di Biella: funziona tutto come le ‘sue’ strade provinciali, letteralmente in stato schifoso e pietoso e senza la minima vergogna da parte del nostro… ‘leader’ assai poco prestigioso ed ancora meno coraggioso!

I commenti sono chiusi.