BI24_FLASH_SCIOPERO. Ospedale: domani, i dipendenti Asl incroceranno le braccia. Garantite solo prestazioni urgenti

_Riceviamo e pubblichiamo:
Si comunica che in data 3 novembre 2017 la Regione Piemonte ha trasmesso comunicazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica – prot. n. DFP 0061475 P-4.17.1.12.10 del 30.10.2017 con la quale viene data informazione che Cib-Unicobas, Cobas, Usb, Usi (Largo Veratti n. 25 – Roma) e Or.s.a. Territoriale hanno proclamato lo sciopero generale nazionale di tutte le categorie e comparti pubblici e privati per tutto il personale a tempo indeterminato e determinato, con contratti precari e atipici, compreso quello del comparto scuola, docente, dirigente e ATA, di ogni ordine e grado, in Italia e all’estero, per l’intera giornata del 10 novembre 2017. Allo sciopero generale nazionale come proclamato da Cib-Unicobas, Cobas, Usb ha aderito l’Associazione Sindacale Usb Pubblico Impiego.
Lo sciopero generale è stato indetto, tra l’altro, per protestare contro le politiche economiche e sociali del governo italiano e dell’Unione Europea; per affermare il diritto al salario, al reddito, alla pensione, per i rinnovi contrattuali, per il rilancio dell’occupazione e la cancellazione della precarietà nonché contro le privatizzazioni e per la nazionalizzazione delle aziende strategiche per il paese.
Si rende noto, pertanto, che in tale giornata potrebbero non essere garantite, presso l’ASL BI di Biella, le prestazioni che non rivestono carattere di urgenza.

I commenti sono chiusi.