BI24_FLASH_SALUTE. L’ambulatorio “speciale” attivato dall’Asl Biella, per combattere il dolore cronico

_Riceviamo dall’Asl Biella e pubblichiamo:
Convivere con il dolore cronico è spesso difficile e compromettente per la qualità della vita di ogni giorno. L’Asl di Biella pone attenzione a questo tema e ha al suo interno una attività consolidata per il trattamento del dolore. Quest’ultimo in molti casi diventa una vera e proprio malattia; anche se considerato dolore benigno, infatti, esso ha grosse ripercussioni per la persona colpita e per la sua famiglia. Presso l’ambulatorio di terapia antalgica dell’ASL di Biella, guidato dal dott. Marco Melotti, il dolore trova una risposta precisa con trattamenti mirati.
Tra le patologie gestite vi sono la lombalgia, osteoartrosi e artrite delle articolazioni (ginocchia, caviglie, anche, spalle, sacroiliache, articolazioni delle vertebre), cervicalgia acuta e cronica, cefalea e fibromialgia. Vengono inoltre eseguite terapie come i blocchi nervosi, mesoterapia, agopuntura, auricoloterapia.
“I pazienti affetti da dolore cronico – spiega la dott.ssa Manuela Mazza, anestesista – sono costretti a convivere con una quotidianità in cui spesso non si è più in grado di condurre una vita normale. A chi soffre di questi disturbi, dopo una prima valutazione del proprio medico famiglia, consigliamo di rivolgersi al nostro ambulatorio prenotando la visita tramite CUP e in piastra B. Le visite vengono effettuate al mattino 8- 13 tutti i giorni. Ci sono 1 o 2 ambulatori al mattino”.
Con la legge 38 del 2010 l’accesso alla terapia del dolore da parte del malato viene garantita nell’ambito dei livelli essenziali di assistenza. Si tratta di una normativa molto importante che ha riconosciuto l’importanza di creare all’interno delle realtà sanitarie, una rete di servizi in grado di supportare il paziente e offrire percorsi di cura dedicati.

I commenti sono chiusi.