BI24_FLASH_L’APPELLO. Dopo i referendum, Mosca e Molinari chiedono a Chiamparino l’autonomia: “La legge c’è già…”

“Lo straordinario risultato dei referendum in Lombardia e Veneto e l’attenzione mediatica che hanno riscosso, dimostrano che lo strumento referendario è indispensabile per dare peso politico alla richiesta di autonomia, esattamente come la Lega sostiene da anni. In Piemonte abbiamo già una legge pronta, depositata dal Gruppo della Lega in Consiglio regionale, lo Statuto prevede il referendum, abbiamo costituito un Comitato apolitico che sta lavorando per informare i cittadini sui benefici dell’Autonomia, basta solo la volontà del Presidente Chiamparino per partire”.
Il segretario nazionale del Carroccio Riccardo Molinari e quello provinciale biellese Michele Mosca, non hanno bisogno dello spartito, per… cantare le lodi dei Referendum che sono stati protagonisti nelle due regioni più vicine, anche culturalmente, al Piemonte. I numeri parlano da soli ed i due esponenti leghisti, forti di questi, vogliono un “segno” dall’attuale maggioranza di palazzo Lascaris.
“Chiediamo al Presidente di far approvare la nostra proposta di legge, in modo da dare voce nel più breve tempo possibile ai cittadini piemontesi – concludono infatti Molinari e Mosca – oppure di proporne una propria, che se andrà nella direzione di una consultazione popolare in tempi certi avrà il nostro appoggio”.

I commenti sono chiusi.