BI24_FLASH_LA STORIA/1. Da mesi, controllava le telefonate dell’ex moglie. Marocchino 31enne inchiodato dalla Postale

Da mesi, controllava le telefonate e l’attività sui social forum della giovane ex moglie, grazie ad un apposito software che gli permetteva di tenerle controllato lo smartphone. Ma purtroppo, non ha saputo usare bene le informazioni sulla nuova vita della donna: discutendo con lei, in troppe occasioni si è tradito, mostrando di sapere troppe cose, di avere informazioni troppo intime, per essere di dominio comune. E poi, c’erano quegli accessi su Facebook, in momenti in cui l’ex coniuge non poteva essere collegata…
Alla fine, la donna ha deciso di rivolgersi alla Polizia postale della Questura di Biella ed ha spiegato i suoi sospetti agli agenti. C’è voluto poco, a quel punto, per inchiodare l’ex marito alle sue responsabilità. L’uomo, un marocchino 31enne residente a Vigliano, convocato subito dal personale in servizio, ha ammesso le sue colpe nel giro di qualche minuto ed è stato poi denunciato a piede libero, per lo sgradevole quanto attuale reato di intercettazione di comunicazioni informatiche.

I commenti sono chiusi.